Milano, 29 agosto 2018 - Nuovi controlli stamattina al boschetto di Rogoredo, alla periferia di Milano, ritrovo abituale di tossicodipendenti in un'operazione congiunta di carabinieri e Polizia locale. L'intervento vede la partecipazione di un sessantina di componenti delle forze dell'ordine con cani antidroga e anche un elicottero dell'Arma. Si tratta di «un intervento massiccio che si affianca a quelli che Amsa sta realizzando per pulizie straordinarie nell'area della stazione Fs e della Metropolitana», ha commentato la vice sindaco e assessore alla Sicurezza del Comune di Milano, Anna Scavuzzo.

L'assessore ha aggiunto che a settembre il Comune «rilancerà i percorsi e le attività sociali e culturali con le associazioni, perché è e resta una priorità dell'amministrazione l'impegno nella lotta alla droga e nel recupero sociale e ambientali di un'area che ancora oggi soffre per il degrado e la presenza di spacciatori e loro fiancheggiatori». La Polizia locale milanese è intervenuta stamattina a Porto di Mare e Rogoredo con 22 agenti, 3 ufficiali e 2 unità cinofile mentre i militari dell'Arma erano presenti con 30 carabinieri e l'elicottero. Oltre alle pulizie strordinarie della zona, in particolare le aree più vicine alla metropolitana e alla stazione,  proseguono anche i lavori di Rfi per la messa in sicurezza dell'area ferroviaria.

Durante l'operazione sono state controllate 52 persone tra la zona del boschetto e la stazione, sono state abbattute 10 baracche e c'è stata la denuncia all'autorità giudiziaria di una persona per inosservanza del divieto di permanenza sul territorio nazionale.