Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

Omaggio a Euride Zini, pioniera della pasta

Una rotonda accanto alla storica azienda ricorda la coraggiosa imprenditrice che nel ’78 fu la prima al mondo a surgelare il prodotto fresco

francesca grillo
Cronaca
Da sinistra il figlio di Euride Zini, Corrado Vezzani e. il nipote. Maurizio Vezzani e la figlioletta davanti alla targa che ricorda l’imprenditrice che fondò il pastificio
Da sinistra il figlio di Euride Zini, Corrado Vezzani e. il nipote. Maurizio Vezzani e la figlioletta davanti alla targa che ricorda l’imprenditrice che fondò il pastificio
Da sinistra il figlio di Euride Zini, Corrado Vezzani e. il nipote. Maurizio Vezzani e la figlioletta davanti alla targa che ricorda l’imprenditrice che fondò il pastificio

di Francesca Grillo

Un patrimonio di valori, di conoscenza, di esperienze e intuizioni. Il pastificio Zini compie 66 anni e ha deciso di celebrare la ricorrenza con l’intitolazione della rotatoria proprio di fianco al laboratorio a Euride Zini (1926-1985) fondatrice della pasta Zini. Coraggiosa imprenditrice in anni in cui alle donne ancora troppo poco veniva concesso. Euride si è dovuta rimboccare le maniche, con sacrificio e tanta determinazione. Donna tenace e generosa che ha tramandato la sua passione a generazioni. La gloriosa storia di Zini inizia nel 1956, quando Euride, originaria di Reggio Emilia, crea un piccolo pastificio a Milano, portando la sua esperienza e il suo amore per la pasta fresca fatta a mano. Sua l’intuizione di congelare la pasta, per renderla sempre disponibile a tavola. Zini porta avanti questa tradizione, negli anni sviluppata con nuove tecnologie.

Nel 1973 il laboratorio si trasferisce a Cesano e nel 1978 Zini è ufficialmente la prima azienda al mondo a surgelare la pasta fresca. Dieci anni dopo iniziano le esportazioni in tutto il mondo e la produzione si arricchisce di nuovi prodotti, riconosciuti come eccellenze in tutte le cucine, anche quelle della grande ristorazione. Zini, capace di innovarsi e rispondere alle nuove esigenze, inaugura nel 2016 lo stabilimento dedicato interamente al gluten free, poi studia le confezioni 100% compostabili, mettendo in pratica la vocazione di rispetto ambientale. Promuove iniziative sociali, aiuta chi ha bisogno, ha assunto anche in tempi di crisi e lockdown e valorizza il km zero. Il pastificio in questi anni si è evoluto e la cerimonia di ieri "è un riconoscimento per sforzi e traguardi raggiunti – sottolinea Arianna Errante, direttore marketing Zini –, ma anche per il patrimonio legato alle persone e alla condivisione dei valori che rappresentiamo. Continueremo con i progetti di valorizzazione del territorio che ci contraddistinguono. L’intitolazione della rotatoria - è stata un momento emozionante per tutti. Ringraziamo il sindaco Simone Negri. Un riconoscimento per la coraggiosa fondatrice di questa realtà che promuove con passione il made in Italy".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?