Quotidiano Nazionale logo
26 gen 2022

Oggi il sopralluogo delle famiglie nelle case Aler

Le immagini del 29 agosto, con la Torre dei Moro avvolta dalle fiamme
Le immagini del 29 agosto, con la Torre dei Moro avvolta dalle fiamme
Le immagini del 29 agosto, con la Torre dei Moro avvolta dalle fiamme

Oggi gli abitanti della Torre dei Moro di via Antonini 32, andata a fuoco lo scorso 29 agosto, visiteranno alcuni appartamenti in zona corso XXII Marzo: "Alloggi di proprietà Aler, affittabili con canoni calmierati", spiega Mirko Berti, portavoce delle oltre 70 famiglie sfollate, "con la speranza che tutti possano trovare una soluzione abitativa provvisoria per ricominciare una vita normale in attesa della riqualificazione della torre. Ci vorranno anni". Adesso, a distanza di 5 mesi dal rogo, meno di 10 nuclei sono ancora alloggiati provvisoriamente all’Hotel Quark, una trentina è ospite da parenti o amici oppure cambia dimora ogni mese puntando sugli affitti brevi e circa 35 famiglie hanno trovato un’alternativa sul mercato libero.

"Ognuno si sta arrangiando come può. Le case che in un primo tempo ci erano state prospettate dal Comune non potranno esserci assegnate, perché ci sono vincoli che al momento non sono stati ancora sciolti: in particolare, per il reddito e per il possesso di seconde case (molti sono proprietari di immobili fuori Milano), le famiglie della torre non hanno accesso al regime di social housing", spiegano. C’è un’altra notizia: "Oggi sono arrivati i primi contributi del Comune, 500 euro per famiglia", dei 400mila euro stanziati lo scorso 17 settembre. A questi se ne aggiungeranno altri 126mila.

Marianna Vazzana

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?