Milano, 25 novembre 2021 - Annunciata nella giornata di mercoledì, diventa realtà l'ordinanza del sindaco di Milano Beppe Sala che impone l'obbligo di mascherina all'aperto nelle vie del centro. L'ordinanza "è pronta, sarà a valere dalla mezzanotte di
venerdì fino al 31 dicembre
e riguarderà tutto l'asse da Castello a San Babila".  "Prendiamo spunto dalle riflessioni del prefetto - ha aggiunto - credo che sia qualcosa di necessario in questo momento che non penalizza nessuno. Non è che sia un grande sacrificio, siamo tutti abituati, ma in questo momento la prudenza deve tornare ad essere forte".

Le disposizioni dell'ordinanza milanese

Dagli Oh Bej Bej alla Scala: cosa cambia

Il sindaco, a margine di un evento per la Giornata contro la violenza sulle donne, ha ammesso che in vista delle festività natalizie e con l'aumento dei contagi Covid "sono preoccupato, ma bisogna anche che la città viva, che il commercio lavori". "Penso che con la collaborazione di tutti si possa fare una vita abbastanza normale - ha aggiunto -. Le precauzioni vanno usate e poi bisogna continuare con le vaccinazioni".

Le zone e gli orari

Piazza Castello, largo Cairoli, via Dante, piazza Cordusio, via Orefici, via Mercanti, piazza Mercanti, piazza del Duomo, Galleria Vittorio Emanuele, corso Vittorio Emanuele e piazza San Babila sono i luoghi in cui "dalle ore 00.01 del sabato 27 novembre 2021 alle ore 24.00 di venerdì 31 dicembre 2021, nella fascia oraria compresa tra le ore 10.00 e le ore 22.00", entrerà in vigore l'ordinanza firmata questa mattina dal sindaco.

Le sanzioni e il prefetto

Chi violerà la norma potrà incorrere in una sanzione pecuniaria da 400 euro a 3mila euro. L'ordinanza del sindaco è stata varata in seguito alla riunione del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di ieri, dopo la quale "il Signor Prefetto di Milano ha diramato la comunicazione", spiega l'ordinanza "con la quale si sensibilizzano i Sindaci a prestare particolare attenzione all'obbligo di uso dei dispositivi di protezione anche all'aria aperta nelle zone soggette ad affollamento (ad esempio piazze, vie commerciali, località dedicate ai tipici mercatini natalizi), invitandoli nel contempo a valutare l'adozione di ogni idoneo strumento compreso le ordinanze sindacali al fine di sensibilizzare ed orientare la cittadinanza all'uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all'aperto nei luoghi e nelle situazioni di maggior richiamo per il pubblico". "In occasione delle prossime festività natalizie si registrerà in Piazza del Duomo e nelle vie limitrofe del centro storico per la sua importanza turistica, sociale, culturale, religiosa, un intenso afflusso di pubblico con possibilità di transiti ravvicinati e costanti di numerose persone", aggiunge il documento del sindaco. Un incremento considerevole di persone probabilmente sarà "concentrato in particolare nelle vie interessate da eventi, mercatini, attività commerciali e pubblici esercizi". "Allo scopo di prevenire ogni ulteriore evoluzione negativa del quadro pandemico nel territorio del Comune di Milano" occorre "adottare ulteriori misure di prevenzione nel periodo antecedente e successivo le festività natalizie come l'obbligo di indossare nei luoghi all'aperto i dispositivi di protezione delle vie respiratorie", conclude l'ordinanza.

Il Green pass sui mezzi di trasporto

Ora le città dovranno anche fare i conti con l'introduzione del Super Green pass o meglio del doppio green pass, visto che a quello base (che permetterà anche ai non vaccinati di andare al lavoro, previo tampone) si aggiungerà quello rafforzato, valido per i vaccinati, che apre le porte praticamente a tutto il resto. La novità dovrebbe essere costituita dall'obbligatorietà del Green pass sul trasporto pubblico locale. In teoria quello base. E' chiaro che regnano i dubbi. Il pass, per Sala, "sarebbe un problema. È chiaro che a tutti verrebbe chiesta un'attivitá addizionale, però in questo momento la preoccupazione c'è ed è chiaro che qualunque lockdown o semilockdown sarebbe disastroso". Peraltro "ne ho parlato adesso con Atm, non si capisce ancora. Se il decreto varrà anche per Atm, noi collaboreremo. È chiaro che, se così fosse, credo che i controlli verranno fatti a campione però non è ancora chiaro quindi aspettiamo il decreto e poi ci muoveremo di conseguenza. Da tutti i punti di vista ci sarà massima collaborazione con il governo".

Super Green Pass: le dieci cose da sapere 

Anche a Bergamo

Anche Bergamo fa la stessa scelta: oggi il sindaco Giorgio Gori firmerà l'ordinanza che obbliga a indossare la mascherina anche all'esterno. Il provvedimento riguarderà specifiche zone della città dove sono previste situazioni di affollamento. L'iniziativa è stata pensata in vista delle festività di Natale, quando alcune strade del centro, tra cui via XXSettembre, si riempiranno di cittadini per lo shopping.

Anche il sindaco di Varese ha deciso di adottare lo stesso provvedimento.