Massimiliano Saggese
Cronaca

Attimi di terrore a Rozzano: un uomo si getta benzina addosso e cerca di darsi fuoco

Il 35enne è stato fermato e salvato anche grazie a Gennaro Speria fondatore di Area 51. I motivi alla base del gesto sono legati ai dissidi con la moglie che non gli farebbe vedere la figlia

I carabinieri lo hanno fatto stendere per evitare che scappasse
I carabinieri lo hanno fatto stendere per evitare che scappasse

Rozzano (Milano) – Momenti di tensione ieri pomeriggio in via Gramsci dove un uomo di 35 anni ha tentato di darsi fuoco cospargendosi di benzina. Solo il pronto intervento di carabinieri e agenti della polizia locale ha evitato il peggio. L’uomo avrebbe tentato il gesto estremo perché la moglie, che lo avrebbe cacciato di casa da alcune settimane, non gli farebbe vedere la figlia di due anni. Sulla vicenda sono in corso approfondimenti da parte delle forze dell’ordine. Tutto ha avuto inizio attorno alle 16 quando l’uomo ha raggiunto a piedi il benzinaio che si trova in via Lombardia a fianco ad Area 51. Qui avrebbe tentato di ottenere un euro di benzina asserendo che era rimasto a piedi con il motorino. La scena è stata notata da Gennaro Speria fondatore di “Area 51”, realtà che aiuta gli ex detenuti e che distribuisce prodotti alimentari ai cittadini che ne hanno bisogno. Speria è intervenuto impedendo che il benzinaio desse all’uomo la benzina. "Era in evidente stato confusionale - spiega Gennaro Speria - gli ho detto se aveva bisogno di qualcosa ma è andato via".

Il 35enne allora si è allontanato e poco dopo ha fermato un camionista al quale ha chiesto della benzina usando sempre la scusa che era rimasto a piedi. Il camionista ha dato la benzina all’uomo che poco dopo se l’è versata addosso e con un accendino tentava di darsi fuoco. Speria, che nel frattempo aveva allertato carabinieri e polizia locale, ha iniziato a inseguire l’uomo tentando di impedirgli il gesto. "Per fortuna che non è riuscito a far funzionare completamente l’accendino altrimenti si sarebbe dato fuoco - racconta Gennaro Speria - l’ho inseguito e quando sono arrivati i carabinieri all’altezza di via Gramsci lui si è distratto nel guardare le forze dell’ordine ed io l’ho preso alle spalle. I carabinieri poi lo hanno fatto distendere per evitare che scappasse. Sul posto è intervenuta un’ambulanza della Croce Viola di Rozzano che ha trasportato il trentacinquenne al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Paolo dove è stato ricoverato in codice verde. A quanto appreso è sposato con una donna ma da alcune settimane vivrebbe all’addiaccio e la moglie non gli farebbe vedere la figlia. Da qui la decisione dell’estremo gesto che fortunatamente grazie al pronto intervento alle forze dell’ordine e di Gennaro Speria è stato sventato.