Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 apr 2022

"Noi, uniti per il bene comune"

Nicola Infante candidato sindaco con “Primavera per Dresano”: siamo un gruppo che da sempre vive in paese

23 apr 2022
valeria giacomello
Cronaca
Nicola Infante il 12 giugno sfiderà gli altri candidati Daniele Pilloni e Cesare Mannucci
Nicola Infante il 12 giugno sfiderà gli altri candidati Daniele Pilloni e Cesare Mannucci
Nicola Infante il 12 giugno sfiderà gli altri candidati Daniele Pilloni e Cesare Mannucci
Nicola Infante il 12 giugno sfiderà gli altri candidati Daniele Pilloni e Cesare Mannucci
Nicola Infante il 12 giugno sfiderà gli altri candidati Daniele Pilloni e Cesare Mannucci
Nicola Infante il 12 giugno sfiderà gli altri candidati Daniele Pilloni e Cesare Mannucci

di Valeria Giacomello

È Nicola Infante il terzo candidato sindaco che il 12 giugno sfiderà Daniela Pilloni e Cesare Mannucci alle elezioni amministrative. Correrà per la lista Primavera per Dresano, in continuità con l’attuale giunta nella quale riveste il ruolo di vicesindaco, raccogliendo il testimone di Vito Penta a conclusione del suo secondo mandato. "Siamo una vera lista civica - spiega - formata da un gruppo eterogeneo di dresanesi che da sempre vivono in paese e rappresentano tante diverse età ed esperienze di vita.

Non siamo interessati agli appoggi politici o ai simboli di partito, ci unisce la nostra volontà di lavorare per il bene comune al di là delle appartenenze". Infante, impiegato presso Saipem Spa, a 37 anni è un vero e proprio "enfant prodige" della politica locale. "Ho iniziato la mia gavetta 15 anni fa con Mario Valesi, sempre con Primavera per Dresano", racconta. "Occuparmi della cosa pubblica è una passione che coltivo fin da ragazzino, tanto che non appena ho raggiunto la maggiore età mi sono candidato in consiglio comunale e da 10 anni ricopro la carica di vicesindaco". L’attuale momento storico di uscita dalla pandemia rappresenta la vera sfida che, secondo Infante, la prossima Amministrazione sarà tenuta ad affrontare e vincere. "La prima necessità - dichiara - è di ricucire il tessuto sociale. A Dresano l’associazionismo e il volontariato giocano un ruolo molto importante ma in questi ultimi due anni hanno sofferto molto, occorrerà tenerne conto. La seconda grande sfida è quella di gestire i fondi del Pnrr in modo oculato e, per riuscire a farlo, è indispensabile conoscere la macchina amministrativa. In questi anni abbiamo dimostrato di sapere governare e abbiamo già in itinere una serie di progetti su cui stiamo lavorando, dalle infrastrutture all’efficientamento degli edifici pubblici. Il nostro ambizioso slogan è: “Il futuro è già presente”. Per realizzarlo la continuità amministrativa giocherà un ruolo decisivo".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?