Milano, 3 agosto 2018 - I carabinieri della compagnia Milano-Duomo hanno sottoposto a fermo un 31enne nigeriano, irregolare, ritenuto responsabile di violenza sessuale. Il provvedimento scaturisce dalla denuncia presentata da una 25enne.

La notte del 20 luglio scorso, la vittima, nel tornare a casa dal lavoro, all'interno della stazione ferroviaria di Porta Garibaldi, era stata avvicinata, bloccata e palpeggiata dallo straniero. Quest'ultimo aveva desistito dal suo intento di consumare un rapporto sessuale solo grazie alla presenza e al transito di alcuni passanti. Poco dopo, lungo la banchina, il 31enne aveva nuovamente molestato la ragazza, riuscita a fuggire anche grazie all'uso di uno spray urticante. L'aggresore era già stato denunciato per violenza sessuale nel novembre del 2017, per un'aggressione a una donna su un treno della linea Milano-Lecco. L'uomo, con "sei pagine di precedenti" per droga, reati contro il patrimonio e violenza sessuale, aveva chiesto un permesso di soggiorno per protezione internazionale.