Milano, 9 settembre 2018 - Dal Parco delle Madonie ai più sconfinati orizzonti spaziali. Nel corso di un evento organizzato dalla Fondazione GAL Hassin - Centro Internazionale per le Scienze Astronomiche di Isnello, l'astronauta Paolo Nespoli e il giornalista/scrittore scientifico Piero Bianucci hanno ricevuto un importante riconoscimento assegnato ogni anno a chi ha saputo distinguersi 'nell'ambito della ricerca o della comunicazione delle scienze astronomiche'. Il Premio, un ricamo di filo d'oro che rappresenta una spirale, è stato accompagnato da un simbolico omaggio Fiasconaro, azienda che figura fra i fondatori della Fondazione GAL Hassin: un piccolo dolce evocativo di quello che lo stesso Nespoli gustò 11 anni fa, nel corso di una missione spaziale. Il 23 ottobre 2007 un carico di dolcetti a base di panettone e pasta di mandorla creati appositamente dal maestro pasticcere Nicola Fiasconaro andò letteralmente in orbita a bordo del Discovery Shuttle della Nasa.

Dopo aver superato i più accurati test microbiologici, i dolcetti furono imbarcati sulla navicella per poi essere consumati a bordo in occasione della cena in onore di Paolo Nespoli, componente italiano dell'equipaggio internazionale. Fu quello il primo Convivio Spaziale di Cucina Italiana avvenuto a bordo di uno Shuttle. Un evento straordinario reso possibile anche grazie all'impegno profuso da Emanuele Viscuso, delegato in Florida (USA) dell'Accademia Italiana della Cucina. Erano firmati Fiasconaro anche i dolci evocativi omaggiati nel corso del convegno scientifico tenutosi nel giugno del 2017 nell'ambito del Festival del Volo alle porte di Milano (Parco Experience - ex Area Expo di Rho) per celebrare il 25° anniversario del primo italiano nello spazio. Fra i presenti, in quell'occasione, anche Franco Malerba, primo astronauta italiano, e Debora Corbi, Capitano dell'Aeronautica.