Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 lug 2022

Nerviano, rifiuti abusivi e roghi nella cava: "Macerie pulite? Neanche un viaggio"

Sequestrati 16 milioni di euro, 26 gli indagati. Trasportati nella discarica fuori legge anche scarti dei cantieri sulla A12

21 lug 2022
andrea gianni
Cronaca
I rilievi dei carabinieri Forestali nella cava tra Nerviano e Parabiago L’inchiesta coordinata dalla Procura di Milano è scattata nel 2020
I rilievi dei carabinieri Forestali nella cava tra Nerviano e Parabiago
I rilievi dei carabinieri Forestali nella cava tra Nerviano e Parabiago L’inchiesta coordinata dalla Procura di Milano è scattata nel 2020
I rilievi dei carabinieri Forestali nella cava tra Nerviano e Parabiago

Trovate questo articolo all'interno della newsletter "Buongiorno Milano". Ogni giorno alle ore 7, dal lunedì al venerdì, gli iscritti alla community del «Giorno» riceveranno una newsletter dedicata alla città di Milano. Per la prima volta i lettori potranno scegliere un prodotto completo, che offre un’informazione dettagliata, arricchita da tanti contenuti personalizzati: oltre alle notizie locali, una guida sempre aggiornata per vivere in maniera nuova la propria città, consigli di lettura e molto altro. www.ilgiorno.it/buongiornomilano Milano - Per smaltire i rifiuti stoccati abusivamente "accendevano reiteratamente roghi" all’interno della cava Villoresi di Nerviano. Abitudine che, in una delle conversazioni intercettate dai carabinieri, provocava anche le reazioni rabbiose della moglie di uno degli indagati, Fabio Donzelli. "Ridi, ridi – affermava la donna – detto che hai dei seri problemi anche a Nerviano continui a fare fuochi. Finiscila lì, finiscila". La famiglia Donzelli, secondo le accuse, aveva creato una "discarica abusiva privata" nel Milanese per smaltire "senza alcun titolo autorizzativo" 893.684 metri cubi di materiale, pari a un milione e mezzo di tonnellate. Tra i rifiuti anche scarti prodotti durante i lavori sulla tratta dell’autostrada A12 a Genova Est, che secondo le accuse venivano caricati su camion e trasportati a Nerviano "attribuendo falsamente un codice non corrispondente alle reali caratteristiche". L’inchiesta dei carabinieri Forestali di Milano, coordinata dal pm Francesco De Tommasi, ha portato a tre arresti (ai domiciliari), un obbligo di dimora e un obbligo di firma, oltre al sequestro di beni per 16 milioni di euro. Sono 26 le persone indagate, coinvolte con vari ruoli nel sistema creato dall’imprenditore Pierangelo Donzelli (deceduto) e dai suoi parenti. Sistema che, secondo investigatori e inquirenti, avrebbe consentito alla società Cave Villoresi della famiglia Donzelli e alla Daf Costruzioni stradali, colosso delle demolizioni e principale produttore dei rifiuti smaltiti illecitamente, un "ingiusto profitto" di 16.086.310 euro derivante ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?