Inaugurazione murale in via Einstein
Inaugurazione murale in via Einstein

Milano, 9 novembre 2019 - Il 9 novembre 1989 crollava il Muro di Berlino: un evento storico che segna la sconfitta del comunismo e la vittoria della democrazia. Nel 30esimo anniversario, il Municipio 4 di Milano ha inaugurato un murale dedicato al ricordo di quel giorno che ha rappresentato l’inizio di una fase nuova per il mondo intero. "Da oggi Milano ha un segno indelebile in memoria delle vittime del comunismo e in ricordo della caduta del muro di Berlino. W la libertà", ha detto il presidente del Municipio 4, Paolo Guido Bassi. E ha aggiunto: "Come Municipio4 abbiamo voluto realizzare qualcosa di permanente dedicato alla memoria del 9 novembre 1989, una data che ha cambiato la storia del nostro continente e di tutto il mondo".

Il nuovo murale, realizzato dal designer e artista Stefano Rossetti e lungo 90 metri, è stato inaugurato, questa mattina, in via Einstein 6, per rievocare la carica positiva di quel giorno che ha segnato in modo indelebile il mondo contemporaneo. Da una simbolica conclusione della guerra fredda, si snoda un racconto per immagini lungo 90 metri che raccoglie i molteplici volti della felicità e della ritrovata libertà. Tra figure iconiche, visi e simboli esplode la gioia di stare insieme, rifiorisce la fratellanza e ogni cosa è pervasa da quel sentimento collettivo di gioia che il 9 novembre 1989 ha investito tutti i cittadini del mondo che hanno a cuore la democrazia. Nell’esplosivo racconto della felicità, spicca uno spazio bianco: è quello occupato da due mani che si stringono, diverse eppure desiderose di stare insieme, come tutte le persone libere. Lungo quest’opera si possono leggere diversi omaggi a immagini iconiche del Muro di Berlino. Il salto, gli slogan scritti sul muro, la Trabant in fuga e i ragazzi abbracciati in cima al Muro, sono immagini impresse nella memoria collettiva, da tenere vive per chi c’era e da tramandare alle generazioni future.