Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Miss Italia 2018, le 33 reginette invadono Milano / FOTO

Sfilata fra Palazzo Marino e il Duomo. Prima dell’incoronazione in città

di SIMONA BALLATORE
Ultimo aggiornamento il 11 settembre 2018 alle 11:01
Le finaliste di Miss Italia in piazza del Duomo (NewPress)

Milano, 11 settembre 2018 - Una, dieci, 33 miss sfilano sul red carpet milanese. Vogliono diventare le regine d’Italia, ieri hanno “conquistato” Palazzo Marino. Per la prima volta nella storia del concorso, che compie ben 79 anni, la nuova Miss Italia sarà incoronata qui: finale in diretta su La7 domenica, dagli studi televisivi di Infront Italy.

Le finaliste della gara di bellezza più ambita hanno “invaso” così la Galleria Vittorio Emanuele e piazza Duomo soffermandosi fra le sale del Comune. A fare gli onori di casa non c’era però il primo cittadino. «Vorrà dire che gli manderò una vostra foto, giusto per indispettirlo un po’», ha strizzato l’occhio l’assessore alla Trasformazione digitale, Roberta Cocco, che le ha accolte mentre Giuseppe Sala, in trasferta a Roma, si lanciava in un’altra conquista: le Olimpiadi. «Siamo onorati di avervi nostre ospiti, siete bellissime - ha sottolineato l’assessore –. Sappiate che siete dei modelli per le ragazze come voi, per tutte quelle che coltivano un sogno. Pertanto avete una grande responsabilità». Il monito. «Vi invito a non fermarvi – ha continuato – inseguite i vostri sogni e siate sempre padrone del vostro tempo e della vostra persona. E io scommetto su ciascuna di voi che ce la farete: magari diventerete grandi modelle o straordinarie attrici oppure, tra trent’anni, farete l’assessore comunale nel vostro paese… e magari farete le mamme e le mogli, perché non bisogna mai rinunciare a nulla. Sono certa che il vostro coraggio, la vostra tenacia e le vostre capacità vi porteranno lontane. Per la città di Milano è un piacere ospitarvi». E far sfilare fra le sue terre un’altra competizione d’oro. In attesa dei Giochi. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.