Quotidiano Nazionale logo
27 mar 2022

Malamovida Milano: problemi da Porta Venezia a piazza Leonardo

Caos in via Lecco, i residenti protestano: nessun controllo. Rave party davanti al Politecnico. De Chirico (Forza Italia): Granelli faccia qualcosa

massimiliano mingoia
Cronaca
Il rave party in piazza Leonardo da Vinci. A destra, i rifiuti della domenica mattina
Il Rainbow district affollato

Trovate questo articolo all'interno della newsletter "Buongiorno Milano". Ogni giorno alle ore 7, dal lunedì al venerdì, gli iscritti alla community del «Giorno» riceveranno una newsletter dedicata alla città di Milano. Per la prima volta i lettori potranno scegliere un prodotto completo, che offre un’informazione dettagliata, arricchita da tanti contenuti personalizzati: oltre alle notizie locali, una guida sempre aggiornata per vivere in maniera nuova la propria città, consigli di lettura e molto altro. www.ilgiorno.it/buongiornomilano

Milano - Da Porta Venezia a piazza Leonardo da Vinci. Un altro weekend da incubo. È sempre malamovida. Nella notte tra venerdì e sabato, in via Palazzi, nel cosiddetto Rainbow District, la lite a bottigliate tra due somali, che è costata la vita a uno dei due, morto dopo 16 ore di agonia. Ma non solo. Perché nella notte tra sabato e domenica in via Lecco la strada è stata letteralmente invasa, ancora una volta, dal popolo della movida, rendendo difficile, per non dire impossibile ai residenti passeggiare tranquillamente in zona, riposare e tornare a casa in auto.

Gli abitanti del quartiere protestano. Nel profilo Facebook del Comitato del Lazzaretto si legge: "Neppure il morto ha fermato il sabba. Ieri abbiamo registrato l’ennesimo sabato sera che ha visto trasformata in discoteca una zona residenziale. Istituzioni non pervenute, come sempre. Ribadiamo il nostro invito a chi vive nel quadrilatero del Lazzaretto: aderite alla causa civile promossa dal Comitato, prima firmando la delega presso lo studio e poi pagando una quota forfettaria". La portavoce del Comitato, Elena Montafia, è netta: "Il quartiere è diventato terreno fertile per episodi di violenza. E le forze dell’ordine non intervengono. L’aumento dei controlli da parte dei carabinieri? Ci sono stati solo tre passaggi". Non manca neanche la polemica politica. Il capogruppo della Lega in Comune Alessandro Verri va all’attacco: "La zona di Porta Venezia è allo sbando. La percezione di insicurezza è massima".

Movida selvaggia anche altrove. Piazza Leonardo da Vinci, davanti al Politecnico, nel weekend si è trasformata in sede di un rave party improvvisato. Musica ad alto volume, alcol a fiumi. Alcune immagini di ieri mattina mostrano l’area verde invasa dai rifiuti, da bottiglie di birra a cartoni per la pizza. Il capogruppo di FI a Palazzo Marino, Alessandro De Chirico, sottolinea: "Primo weekend di primavera e ritorno dell’ora legale sono state un mix perfetto per tornare a far festa in piazza Leonardo da Vinci. Ho ricevuto diverse segnalazioni di residenti che fino a notte fonda hanno dovuto sopportare la musica a tutto volume. A nulla sono servite le telefonate ai centralini della Polizia Locale. Le pattuglie in servizio notturno sono solo quattro e bastano un paio di incidenti stradali per non riuscire a coprire l’intera città". Il forzista, dopo, affonda il colpo contro la Giunta comunale: "L’assessore alla Sicurezza Marco Granelli anziché snocciolare numeri riferiti agli interventi dei ghisa dovrebbe iniziare a pensare a una strategia per contrastare la movida selvaggia".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?