Carabinieri
Carabinieri

Ore 23.30 di giovedì, J.C., cinquantunenne peruviano tifoso dell’Inter, lascia il bar di viale Monte Ceneri dopo il fischio finale del match col Verona. Mezz’ora e torna, lamentandosi col gestore perché qualcuno gli avrebbe rubato il cellulare. L’altro prova a calmarlo, ma l’uomo è troppo ubriaco: va via, ma pochi minuti dopo la mezzanotte si ripresenta con bottiglietta piena di benzina e accendino. Il peruviano prova a dare fuoco, ma il titolare del locale lo ferma e chiama i carabinieri, che arrivano e arrestano il tifoso ubriaco per minacce aggravate e porto di arma da guerra.