La locandina del musical Mary Poppins
La locandina del musical Mary Poppins

Milano, 21 febbraio 2020 - Strascichi legali sull’annullamento del musical Mary Poppins, previsto al Teatro Nazionale dal 30 gennaio al 15 marzo. Sul caso scendono in campo Federconsumatori e il Codacons, decisi a tutelare i 20mila utenti che avevano acquistato il biglietto e "che rischiano ora di rimanere beffati".

"In particolare coloro che hanno acquistato i biglietti tramite TicketOne - spiega Carmelo Benenti, presidente di Federconsumatori Milano - lamentano l’assenza di informazioni e paventano la possibilità che il rivenditore online non provveda al rimborso dei biglietti. TicketOne ha infatti fatto sapere agli utenti di rivolgersi a World Entertainment Company, la società di produzione. Abbiamo intenzione di porre la vicenda all’attenzione della Agcm, l’autorità governativa competente in materia". In campo anche il Codacons: "Come sempre avviene in questi casi, si assiste ad un intollerabile rimpallo di responsabilità tra venditori di biglietti e organizzatori dello spettacolo, di cui fanno le spese i consumatori che vedono allontanarsi la possibilità di ottenere il rimborso di quanto pagato". L’associazione - che sta preparando un esposto in Procura - chiederà un incontro agli organizzatori dell’evento "per capire se, quando e in che modo saranno disposti i rimborsi in favore degli utenti" e "in caso di mancata risposta, sarà inevitabile una class action".

Da pate sua invece , TicketOne "desidera chiarire che, in qualità di soggetto che agisce in nome e per conto dell'organizzatore WEC Srl, non ha alcuna responsabilità nelle decisioni sui rimborsi per gli spettacoli annullati. "Tutti gli incassi dei biglietti effettuati in nome e per conto
all'organizzatore WEC Srl -scrive Ticketone- sono stati a suo tempo tempestivamente trasferiti al produttore in quanto di sua pertinenza. Come avviene sempre nei casi di annullamento o rinvio di un evento, TicketOne può emettere i rimborsi solo previa autorizzazione dell'organizzatore e con i fondi messi a disposizione dallo stesso". Al momento, spiegano dalla società, "ogni tentativo intrapreso da TicketOne nei confronti dell'organizzatore per sbloccare i rimborsi e normalizzare la situazione è rimasto senza esito".