Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Giambellino, botte per 2 anni ma l'ultima volta chiama la polizia: arrestato fidanzato

La ragazza aveva già subito numerose aggressioni che non aveva denunciato

Ultimo aggiornamento il 10 settembre 2018 alle 17:40
Una donna picchiata

Milano, 10 settembre 2018 - È recidivo un ragazzo 27enne di origine egiziana che si è reso protagonista per la seconda di volta di violenze e maltrattamenti verso una propria compagna. Sahib A. è stato arrestato dalla Polizia nella notte tra domenica e lunedì dopo avere aggredito ancora una volta l'attuale fidanzata, una 29enne italiana. Sahib A. era stato già condannato per maltrattamenti ed era uscito dal carcere nell'ottobre del 2017. Ieri notte l'ennesimo episodio violento. Dopo aver trascorso la serata insieme in un locale in Bande Nere, verso l'1.30, i due erano rientrati nel appartamento in cui convivevano in via Recoaro, in fondo al Giambellino. Preso da un improvviso raptus di rabbia, Sahib A. ha iniziato a prendere per i capelli e poi a schiaffi la compagna rompendole il cellulare mentre questa cercava di chiamare le forze dell'ordine. Dopo l'aggressione, l'uomo ha lasciato l'appartamento permettendo così alla donna di chiamare la Polizia.

Quando è rincasato, il 27enne si è trovato davanti gli agenti della volante che lo hanno arrestato in flagranza per maltrattamenti. Dalla testimonianza della fidanzata, i due stavano insieme da due anni e convivevano abusivamente nell'appartamento alla periferia sud della città. In questi due anni Sahib A. aveva più volte picchiato la compagna. Uno degli episodi più violenti era successo lo scorso 27 luglio nel giorno del compleanno della 29enne. In quella occasione Sahib A. aveva aggredito con calci e morsi alla mano, alla testa e al labbro la compagna. La ragazza non aveva chiamato né le forze dell'ordine né era andata in ospedale per farsi curare, ma aveva documentato le percosse subite con delle fotografie che ha mostrato ieri notte alla Polizia.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.