Milano, 22 ottobre 2019 - Pozze d’acqua negli atri e nelle aule, controsoffitti crollati su pavimenti e banchi. Un lunedì da incubo per le scuole milanesi messe in ginocchio dal nubifragio. Centinaia di alunni in classe non hanno potuto neppure mettere piede.

Iniziamo dagli asili: chiuse le materne comunali Adriano (4 sezioni) e Fortis (5 sezioni), rispettivamente nel quartiere Adriano e in zona viale Zara. Off limits pure l’asilo Cesari (7 sezioni) in zona Niguarda. Al quartiere Forlanini, sbarrato l’ingresso del Meleri (5 sezioni): «A terra c’erano secchi, bacinelle e porta ombrelli per raccogliere l’acqua che cadeva dall’alto. Io mi auguro che trasferiscano i bimbi altrove, finché non ci saranno i lavori opportuni, altrimenti cambierò asilo», fa sapere Andrea Minervino, papà di una bimba di 4 anni. Mentre alla periferia sud ovest, vicino al Naviglio Grande, sono rimasti fuori i bimbi della scuola Parenzo (5 sezioni). Chiuse due sezioni su cinque nella scuola dell’Infanzia Anemoni, zona Primaticcio. Ma i disagi hanno riguardato pure Precotto. Infuriati i genitori: «A mezzogiorno - spiega Matteo Cerami, rappresentante dei genitori del nido Carnovali - siamo stati contattati dalla scuola: causa allagamento, siamo dovuti andare a prendere i bambini in anticipo. A settembre avevamo già avuto problemi, perché non si è corsi ai ripari per tempo? Non sappiamo se domani l’asilo sarà aperto. Alla scuola dell’Infanzia, poi, sono rimasti chiusi due bagni su cinque». Problemi s egnalati pure dai genitori dell’asilo di via Valdagno, zona Baggio. Guai nella scuola dell’Infanzia statale di via Appennini 189, quartiere Gallaratese: bimbi a casa per crolli dai controsoffitti, in un plesso peraltro ristrutturato di recente.

Non è andata meglio alle primarie: alla scuola Domenico Moro di via Pescarenico, una porzione dell’atrio è stata recintata perché si è formato un piccolo lago. «E l’acqua continuava a cadere a cascata, una situazione pericolosissima vicino alle luci», sottolinea una mamma. Infiltrazioni alla Nolli Arquati di viale Romagna. Allagamenti nella palestra e in diverse aree dell’Istituto comprensivo di via Cesalpino, zona Gorla. E non è finita. Perché alla scuola superiore Itsos Steiner di via San Dionigi, Corvetto, con 1.100 alunni, gli studenti sono insorti per aule allagate e crolli di pezzi di controsoffitto: «Abbiamo avuto problemi in 5 aule e in qualche laboratorio – fa sapere il dirigente scolastico Domenico Baldi –. Domani (oggi, ndr) i ragazzi entreranno alle 10 per la messa in sicurezza dei locali. Sono già in corso i lavori sulle coperture a cura di Città Metropolitana». La sindacalista UilFpl Maria Luisa Salamanca chiede al Comune «maggiore attenzione e manutenzione ordinaria, per tutelare la sicurezza di alunni e lavoratori delle scuole». All’attacco anche Stefano Mansi (Cisl), dopo l’allagamento della media Negri in piazza Axum: «Dal primo ottobre chiediamo un appuntamento con l’assessore, e ora per il terzo inverno consecutivo la scuola è allagata».