Il presidente Mm, Davide Corritore
Il presidente Mm, Davide Corritore

Milano, 25 luglio 2018 - Ristoranti, bar, pasticcerie, uffici e appartamenti di via San Vittore ieri mattina sono rimasti senza corrente elettrica a causa di un danno alla centralina provocato dagli operai al lavoro nel cantiere per la realizzazione della Metropolitana 4, la linea che dovrà collegare l’aeroporto di Linate alla stazione ferroviaria di San Cristoforo.

La corrente elettrica è venuta a mancare negli edifici sul lato di via Vittore scandito dai numeri civici dispari, in particolare nel tratto compreso tra le vie Carducci e De Togni. Le prime segnalazioni sono arrivate poco prima delle 8 del mattino, le squadre di Unareti sono riuscite a riparare il guasto intorno alle 11. In quelle tre ore abbondanti sono stati soprattutto gli esercizi pubblici che vendono alimenti a patire le conseguenze peggiori perché, come ovvio, freezer e frigoriferi non potevano funzionare così come altri macchinari e apparecchi da cucina alimentati a corrente. Alla mancanza di energia elettrica si è in alcuni casi aggiunta la mancanza di acqua perché in alcuni stabili la pompa idraulica funziona proprio a corrente. «Già tre ore senza corrente, se continua così dovremo buttar via la merce e chiudere» segnalava, intorno alle 11, Olivier Gallo sulla pagina Facebook del “Comitato San Vittore, Sant’Ambrogio, Carducci”, sodalizio di residenti nato per ridurre i disagi dei cantieri della M4. In difficoltà anche alcuni impiegati che hanno dovuto lasciare l’ufficio e lavorare nei bar nei dintorni di via San Vittore scampati al black out, come segnala, sulla stessa pagina Facebook, Gaia Zavoli: «Alcuni di noi in ufficio per lavorare devono andare in bar, spero che finisca presto questo disagio!». «Quanto avvenuto stamattina (ieri mattina ndr) è solo l’ultimo di una serie di disservizi che nel tempo hanno colpito il quartiere a causa delle lavorazioni per la M4 – fa sapere Alessandro Belgioioso, portavoce del comitato –. Siamo imbestialiti per la mancanza di riposte, o di risposte rapide, da parte dei responsabili dei lavori: succede che il comitato scriva e nessuno risponda. O che debbano passare tre ore perché possa tornare la corrente nonostante l’alta densità di abitazioni e attività commerciali che contraddistingue la zona».

La società M4 ieri si è scusata con un comunicato diramato a guasto riparato: «Nelle scorse ore durante le attività di cantiere si è verificato un problema che ha provocato l’interruzione della fornitura di energia elettrica (e in alcuni casi anche della fornitura di acqua) presso le utenze in via San Vittore, lato civici dispari, tra via De Togni e via Carducci, nei pressi del cantiere della Stazione Sant’Ambrogio. Sul posto sono intervenute le squadre di emergenza e in collaborazione con il gestore è stato riparato il guasto alla cabina elettrica e ripristinata la fornitura di energia. Ci scusiamo per il disagio arrecato».