Lorenzo Arruga
Lorenzo Arruga

Milano, 8 luglio 2020 - È morto nella notte tra lunedì e martedì a Milano Lorenzo Arruga, giornalista e critico musicale, autore di molti libri sulla musica e divulgatore alla radio e alla tv. Aveva 83 anni. Arruga, nato a Milano il 12 giugno del 1937, si era laureato alla facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Cattolica sotto la guida di Mario Apollonio. Giornalista dal 1968, Arruga ha lavorato come critico musicale anche a Il Giorno, oltre che a Panorama, e nel 1977 ha fondato il mensile Musica Viva, che ha diretto fino alla sua chiusura, nel 1994. "Distolto dalla carriera accademica come dall’insegnamento nei licei", ha scritto saggi, romanzi gialli, pièce teatrali e libretti d’opera, e ha inventato e condotto cicli radiofonici, televisivi e spettacoli teatrali, non soltanto in luoghi istituzionali. È stato anche traduttore e regista di opere.

Fra i titoli che ha pubblicato “La Scala” (Electa, 2002), “Il teatro degli enigmi” (Mondadori, 2004), “Mozart da vicino” (Rizzoli, 2006) che segue “Mozart: una vita/ raccontata da Lorenzo Arruga; illustrata da Emanuele Luzzati (Sigel, 1990) . E il romanzo giallo “Suite Algérienne” (Mondadori, Premio Tedeschi 2003). L’ultimo libro firmato da Lorenzo Arruga è “Il teatro d’opera italiano” (Feltrinelli, 2009), mentre per la Libreria degli Scrittori è uscito l’ebook “40 pezzi facili. Guida all’ascolto libero”. Arruga ha curato anche video e dvd musicali, ha diretto istituzioni musicali, ha condotto cicli radiofonici e televisivi.