Paura legionella
Paura legionella

Milano, 31 luglio 2018 - Ci sono 2 nuovi casi  di legionella. Salgono quindi a 48 le persone, tutte residenti a Bresso, che hanno contratto il batterio. Lo comunica l'Ats Città Metropolitana di Milano specificando che delle nuove persone colpite dall'infezione, una è stata ricoverata all'Ospedale Bassini e l'altra al Niguarda. E' in via di miglioramento Maurizio La Loggia, 55 anni, consigliere di Forza Italia del Municipio 9, ricoverato da alcuni giorni al Policlinico in terapia intensiva per legionellosi. Al Laboratorio di Prevenzione di Ats sono in corso di analisi 454 campioni prelevati presso 42 abitazioni e 38 siti sensibili di Bresso.

Per risalire alle cause della legionella tutti i condomini di Bresso, oltre 400 strutture, dovranno effettuare il campionamento dell'acqua nei loro impianti. E' la decisione presa al termine di un incontro tra il sindaco di Bresso Simone Cairo, e gli amministratori di condominio associati Anaci, insieme ai tecnici dell'Agenzia tutela della salute (Ats) della Regione Lombardia. Un controllo a tappeto "unico in Italia" ma "giustificato  - ha detto Cairo - dalla situazione complessa che stiamo vivendo". In merito al campionamento dell'acqua il primo cittadino ha precisato che "sarà realizzata secondo protocolli condivisi con Ats e verrà perfezionata con le analisi in corso negli appartamenti delle persone ammalate. Con questa azione la maggioranza dei cittadini di Bresso conoscerà lo stato degli impianti del proprio condominio rispetto alla presenza del batterio della legionella e lo studio della nuova mappatura - ha concluso - permetterà di gestire il rischio anche in assenza di casi conclamati".