Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Le moto Yamaha entrano in classe

Inaugurato il laboratorio del famoso brand ai Salesiani, i ragazzi potranno “formarsi“ lavorando sui bolidi

laura lana
Cronaca
I ragazzi e i docenti dell’automotive dell’istituto Salesiano con le motociclette fornite dalla Yamaha per formare gli studenti
I ragazzi e i docenti dell’automotive dell’istituto Salesiano con le motociclette fornite dalla Yamaha per formare gli studenti
I ragazzi e i docenti dell’automotive dell’istituto Salesiano con le motociclette fornite dalla Yamaha per formare gli studenti

di Laura Lana

Un nuovo laboratorio automotive all’istituto Salesiani, che sarà in dotazione agli istituti del centro di formazione professionale e della Fondazione Its Lombardia Meccatronica. È stato inaugurato ieri mattina grazie alla collaborazione tra le Opere sociali Don Bosco e Yamaha, che già due anni e mezzo fa avevano stretto un accordo. "Nonostante la pandemia, l’intesa ha permesso l’apertura di un percorso importante per i nostri formatori e il taglio del nastro di questo spazio oggi, che per noi è un fiore all’occhiello – ha spiegato Francesco Cristinelli, direttore del centro professionale di viale Matteotti –. Questo laboratorio ha una ricaduta fortissima sui nostri corsi di qualifica, sulle prove di riparazione sui motori e sulla filiera tecnica. Si è costruito molto più di quanto scritto nell’accordo". Il progetto, che ha portato al laboratorio, è nato nel 2019 dalla crescente richiesta del settore automotive di figure professionali altamente specializzate, formate sulle tecnologie che governano i motoveicoli attualmente in circolazione. "Erano anni che cercavamo un partner solido per creare valore e crescita per la parte tecnica – ha commentato Andrea Colombi, country manager di YamahaMotor –. Generalmente i profili oggi non sono così preparati, come abbiamo visto: per questo molti nostri concessionari sono ben predisposti ad abbracciare la professionalità dei Salesiani. Con questa collaborazione andiamo a creare un futuro di competenze e basi solide. L’obiettivo è far diventare questa partnership un modello".

I frutti ci sono già: due studenti sono in procinto di iniziare uno stage, due sono impiegati stabilmente nella rete di concessionari Yamaha e altri due in officine indipendenti. Ancora una volta l’alleanza tra imprese e scuole fa la differenza anche a livello occupazionale. "La formazione teoricopratica è uno dei pilastri su cui si fonda la strategia di Yamaha – ha sottolineato Colombi –. Dai tecnici ai piloti, crediamo sia fondamentale creare figure professionali che seguano un percorso fatto di teoria e applicazione, poiché il talento da solo non basta e va indirizzato e nutrito grazie anche all’esperienza che aziende come la nostra possono offrire". Lo scorso anno al Meeting di Rimini i Salesiani sono stati invitati proprio come esempio virtuoso di alternanza scuolalavoro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?