Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
31 mag 2022

“La vèggia che bala“ con un cald inscì

31 mag 2022
emilio; emiliomagni@yahoo.it
Cronaca

Emilio

Magni

Il caldo improvviso dell’altra settima ha riscaldato un po’ anche il chiacchierare degli amici pensionati che amano radunarsi, il mattino sul tardi, al "canton di ball", sull’angolo della piazza principale. Un po’ tutti si lamentavano per "stu cald impruvvis". Più di tutti la "sciura Marinetta" la quale esibiva addirittura un paio di pantaloni che gli arrivano appena sopra le ginocchia e una camicetta assai leggera. Forse per giustificare questo suo abbigliamento super estivo la "sciura Marinetta", unica donna della piccola congrega di pensionati, ha commentato: "Un cald inscì, a magg, l’avevi mai vist. L’è propri vera che cambia el clima, ‘me disen i scienziati". La signora diceva che un caldo così forte a maggio non lo aveva mai visto. Quindi il clima sta davvero cambiando come dicono gli esperti. Le calde affermazioni della signora hanno tuttavia sollevato la reazione, se non del tutto contraria ma quasi, del Carletto il quale ha annotato: "Sì fa cald, però minga inscì fort, ‘me dis la Marinetta. Me nancamò capità de vedè la vèggia che bala". La sparata del Carletto ha lasciato tutti di stucco. Chi era questa vecchia ballerina, non ancora vista dal Carletto? È stato lui stesso a spiegare il significato. I vecchi chiamavano "la vèggia che bala" quel baluginare che si alza e volteggia allo orizzonte quando fa proprio un gran caldo. Il fenomeno è chiamato anche "miraggio", con riferimento ai famosi miraggi del deserto. Nel suo dizionario Francesco Cherubini dà una spiegazione precisa del "bala la vèggia" il cui significato è "l’aria brilla", oppure "l’aria mossa dal caldo". Aggiunge: "Così dicasi quel fenomeno che si osserva nelle giornate canicolari, con il sole cocente che riscalda la terra sprigionando esili vapori che si notano a breve altezza nell’aria calma e limpida". Ma cosa c’entra la "vèggia"? Qui è il mistero che però potrebbe essere spiegato da una considerazione semplice. Il fenomeno è così raro e inconsueto come quello di vedere una vecchia che balla volteggiando sopra l’orizzonte.

emiliomagni@yahoo.it

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?