Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
3 mag 2022

La tecnologia fa grande il made in Italy

3 mag 2022
ruben
Cronaca

Ruben

Razzante*

Interessante sinergia tra pubblico e privato per aiutare le imprese nel digitale. È realtà la collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale e otto importanti operatori digitali, impegnati a offrire assistenza tecnica gratuita alle piccole e medie imprese interessate alla transizione digitale. L’obiettivo è quello di favorire il sistema dell’export italiano e di accelerare il processo di internazionalizzazione della nostra economia. La Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha siglato un accordo con otto big – Adiacent, Bonucchi e Associati, eBay, Google, Italia Online, Metagorà, Nexi e Statista – selezionati tramite bando. Questa partnership punta al rafforzamento delle capacità di commercio on-line del tessuto produttivo, caratterizzato dalla diffusa presenza di piccole o anche micro imprese. Molte aziende hanno bisogno di una guida per accedere al grande e complesso mercato internazionale on-line e in questo senso il sostegno delle istituzioni e degli operatori può rivelarsi decisivo. Le piccole e medie imprese (pmi) riceveranno dai provider un’ampia gamma di servizi: dall’aggiornamento continuo e on-line dei digital Temporary Export Managers (D-Tem), strategici per la crescita delle quote export delle piccole imprese, alla diffusione nel web delle attività formative a favore delle pmi e alla conoscenza degli strumenti promozionali per l’export del Ministero; dal rafforzamento della capacità di accesso delle piccole e micro-imprese alle piattaforme on-line alla condivisione tra provider e Ministero di analisi e studi relativi alla promozione del made in Italy nel mondo. Alcuni dei provider si sono impegnati a offrire parte di questi servizi, altri operatori, di dimensioni maggiori, si sono impegnati a coprire tutte le tipologie descritte.

* Docente

Diritto dell’informazione Università Cattolica Milano

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?