La proposta arriva dal Municipio 8 ed è rivolta al Comune: iniziare a dare dei nomi alle strade dell’ex area Expo, ora denominata Mind, dove sono in corso i lavori per la realizzazione dello Human Technopole (il nuovo Istituto di ricerca italiano sulle Scienze della Vita), del nuovo ospedale Galeazzi e del Campus scientifico “Science for Citizens” dell’Università...

La proposta arriva dal Municipio 8 ed è rivolta al Comune: iniziare a dare dei nomi alle strade dell’ex area Expo, ora denominata Mind, dove sono in corso i lavori per la realizzazione dello Human Technopole (il nuovo Istituto di ricerca italiano sulle Scienze della Vita), del nuovo ospedale Galeazzi e del Campus scientifico “Science for Citizens” dell’Università Statale. Il “parlamentino’’, con una delibera di Giunta, punta a usare la toponomastica cittadina per ricordare che nell’area ai confini tra Milano e Rho nel 2015 si è svolta l’Esposizione universale. A futura memoria.

E così quello che i visitatori dell’Expo hanno conosciuto come Decumano, il lungo viale che attraversa tutta l’area, il Municipio 8 propone di chiamarlo “viale Decumano’’. L’area intorno all’Albero della Vita, simbolo dell’evento espositivo che non sarà smantellato, dovrebbe essere invece battezzata “Piazza Expo 2015’’. La strada che taglia il Decumano per congiungere l’area dell’Albero della Vita con la parte opposta della zona Mind, invece, il “parlamentino’’ propone venga chiamata via Rita Levi Montalcini, premio Nobel, uno dei simboli italiani della ricerca scientifica, il nome giusto per un’area che avrà proprio nella ricerca la sua principale vocazioni future.

Sempre in tema di luoghi della città intitolati o dedicati a quanche personaggio o avvenimento, il Municipio 8 ha raccolto e ora approvato una proposta dell’Anpi sezione Angelo Poletti e Caduti di Trenno che vorrebbe realizzare un murale in via Gorlini per ricordare i tre partigiani della 44esima Brigata Matteotti uccisi dai nazifascisti in uno scontro a fuoco a Cascina Bellaria, a Trenno. Il muro identificato per la riqualificazione artistica è quello dello Sprar di via Gorlini, all’angolo con via Cascina Bellaria, attualmente dissestato. L’opera sarà realizzata in collaborazione con Stag Aps.

M.Min.