Quotidiano Nazionale logo
28 mar 2022

"Io, volontaria per caso, in campo per la pandemia. E i profughi"

Ernestina Guaitani, volontaria da 19 anni
Ernestina Guaitani, volontaria da 19 anni
Ernestina Guaitani, volontaria da 19 anni

Una vita dedicata al volontariato quella di Tina, all’anagrafe Ernestina Guaitani. Quasi 62 enne, cassanese di nascita fa parte del Cav (Centro Aiuto alla Vita) da tempo in prima linea nell’impegno per sostenere i più bisognosi è sempre pronta nell’affrontare emergenze in aiuto verso gli altri siano esse sanitarie o di accoglienza. "Il periodo del Covid é stato terribile - racconta Tina -. Abbiamo costituito un piccolo team che ho coordinato ed attivato che collabora con la Protezione Civile e la Caritas di località limitrofe, oltre alla collaborazione con i Servizi sociali comunali. Il telefono squillava a tutte le ore, le richieste erano generalmente di tipo alimentare.

Non mancavano anche le chiamate di persone sole, spaventate o ansiose che avevano semplicemente bisogno di parlare con qualcuno". Messa alle spalle il periodo della pandemia ecco una nuova emergenza d’affrontare: "Per quanto riguarda la situazione Ucraina, con l’associazione di cui faccio parte, il Cav, siamo parte del tavolo di emergenza ed accoglienza coordinato dai Servizi sociali, le parrocchie cassanesi, il gruppo scout ed altre associazioni del Forum. Collaboreremo con loro alle iniziative promosse nelle modalità che stiamo mettendo a punto". Deve ad una amica l’ingresso nel modo del volontariato deciso dopo un periodo difficile della sua vita: "È stato il caso a spingermi ad imboccare la strada del volontariato. Lo desideravo da tempo, ma non ne avevo mai avuto la possibilità a causa del lavoro. Poi in seguito ad una vicenda dolorosa lasciai il lavoro, presi un periodo di tempo per riorganizzare la mia vita. Fu allora che incontrai Luisa, un’amica che non vedevo da anni, già volontaria al Cav, che mi propose di entrare a farne parte. Accettai titubante. Pensavo che sarebbe durata poco ed invece, dopo 19 anni sono ancora lì e non mi sono mai pentita di quella decisione". Stefano Dati

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?