Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 giu 2022

In sicurezza il vecchio bagolaro Resterà nel giardino della scuola

24 giu 2022
L’intero albero che ha circa settant’anni è stato fissato con tiranti per garantirne la solidità evitando il rischio di caduta
L’intero albero che ha circa settant’anni è stato fissato con tiranti per garantirne la solidità evitando il rischio di caduta
L’intero albero che ha circa settant’anni è stato fissato con tiranti per garantirne la solidità evitando il rischio di caduta
L’intero albero che ha circa settant’anni è stato fissato con tiranti per garantirne la solidità evitando il rischio di caduta
L’intero albero che ha circa settant’anni è stato fissato con tiranti per garantirne la solidità evitando il rischio di caduta
L’intero albero che ha circa settant’anni è stato fissato con tiranti per garantirne la solidità evitando il rischio di caduta

Gli alunni della media pubblica "Benzi-Manzoni" di via Isimbardi ritroveranno il grande bagolaro nel giardino della loro scuola, al ritorno in aula per il prossimo anno scolastico. Il "piantone" è stato infatti messo in sicurezza e salvato nelle scorse ore dai tecnici specializzati, incaricati dal Comune di Bresso. Gli interventi sono stati necessari per evitare che le forti folate di vento ne compromettano la stabilità, vista anche la sua altezza vicina ai 15 metri; è stata così ridotta di circa il 15% la sua foltissima e caratteristica chioma e, soprattutto, l’intero albero è stato fissato con tiranti per garantirne la solidità, evitando il rischio di caduta. Nonostante il suo tronco, largo un metro e mezzo, "la pianta aveva subito fessurazioni al suo interno – conclude il vicesindaco bressese, con delega alle manutenzioni dei parchi e giardini comunali, Roberto Cristofoli –. I tiranti permetteranno di tenere il bagolaro fermo, dato che si trova nel cortile di un edificio scolastico. Si pensa che questo esemplare abbia superato i 70 anni di vita. Il suo stato di salute sarà monitorato con analisi strumentali, come è avvenuto in questi mesi per diverse altre piante". Giuseppe Nava

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?