Quotidiano Nazionale logo
21 mar 2022

Il viaggio di Oleck e Cristina lontano dalle bombe

Sergio Missiaggia imprenditore e volontario: erano stravolti, ho cercato di strappare loro un sorriso

Da tre settimane Sergio Missiaggia, imprenditore sestese, sta collaborando al Consolato ucraino di Milano all’organizzazione degli aiuti umanitari per la popolazione colpita dalla guerra e per soccorrere i profughi. "Abbiamo avviato una raccolta di generi alimentari, farmaci, coperte e abbigliamento per bambini che abbiamo consegnato nei giorni scorsi con due furgoni al Consolato - racconta -. Poi siamo andati a Bologna dove è arrivato un pullman di profughi dal confine ucraino-polacco per prendere due bambini e portarli a Milano e affidarli temporaneamente a una famiglia ucraina di Milano in attesa di una sistemazione più adeguata". Sedici ore di viaggio per i piccoli Oleck e Cristina. "Erano stravolti. Non parlavano italiano né inglese ed è stato un po’ difficile comunicare. Durante il viaggio ho provato in tutti i modi a strappare loro un sorriso: ho provato a cantare, a mostrare immagini al cellulare. Dopo l’accoglienza li abbiamo incontrati di nuovo al Consolato, dove erano andati per cercare dei vestiti, essendo arrivati senza bagagli: mi hanno abbracciato e finalmente li ho visti sorridere".

La onlus Sconfinando di Sesto San Giovanni, come pure le Palestre Milano Fit, hanno intanto avviato la seconda raccolta di viveri e medicinali. È partita anche la sottoscrizione per finanziare due viaggi al confine polacco-ucraino. Il primo viaggio è già partito stamattina con due volontari. "Sabato prossimo dovrei partire anche io, se riusciamo a organizzare il pullman - spiega Missiaggia -. Altrimenti, lo faremo con un mezzo da 9 posti carico di merci all’andata e con 7 persone ucraine in fuga, con destinazione Milano, al ritorno". In totale, l’obiettivo è raccogliere fondi per sostenere parte dei viaggi di andata e ritorno al confine per salvare circa 50-60 persone. Laura Lana

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?