Quotidiano Nazionale logo
25 gen 2022

Il piano per abbattere i tempi d’attesa per i ricoveri

Si comincia dal primo aprile con gli interventi oncologici. Premi e decurtazioni. alle strutture sanitarie

Attesa ancora lunga per i non Covid
Attesa ancora lunga per i non Covid
Attesa ancora lunga per i non Covid

Ridurre i tempi d’attesa dei ricoveri, a partire da quelli oncologici. Con questo obiettivo la Giunta regionale, su proposta della vice presidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, ha siglato ieri una delibera che fissa tempi stretti: si partirà dal primo aprile, dai ricoveri chirurgici oncologici. A seguire si interverrà su altre aree, sulle prime visite ambulatoriali e sulla diagnostica per immagini, tenendo conto anche dell’andamento della pandemia. Sono previste decurtazioni e premialità in relazione al rispetto dei tempi di attesa. Per tutte le prestazioni di chirurgia oncologica che non rispetteranno i tempi di attesa, per esempio, è prevista una decurtazione dal 5% al 50% del valore della prestazione riconosciuto alla struttura in ragione del ritardo con cui la stessa viene erogata. La delibera approvata prevede un’ulteriore decurtazione dello 0,5% sui ricoveri di chirurgia oncologica nel caso in cui non sia stato raggiunto l’85% complessivo delle prestazioni rese nei tempi target. Le somme derivanti dalle decurtazioni saranno destinate ad integrare le strutture che supereranno il 90% complessivo di prestazioni rese nei tempi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?