Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
30 apr 2022

I mille saluti romani per Ramelli Meloni: "È un gesto anti-storico"

Corteo dell’estrema destra, poi la chiamata del "presente" in via Paladini. In piazza nessun esponente di FdI

30 apr 2022
nicola palma
Cronaca

di Nicola Palma A gruppi di quaranta si posizionano davanti al murale che ricorda Sergio Ramelli. Un’operazione che va avanti per circa mezz’ora per stipare un migliaio di persone in via Paladini, chiusa in fondo dalle camionette della polizia. Alle 21.20, la chiamata del "presente". Per tre volte, viene scandito il nome (preceduto dalla parola "camerata") del diciottenne del Fronte della Gioventù aggredito proprio lì la sera del 13 marzo 1975 da un commando di Avaguardia Operaia e morto dopo 47 giorni di agonia all’Ospedale Maggiore. E per tre volte scatta il saluto romano di massa. La più prevedibile delle conclusioni per il corteo commemorativo che ieri sera ha percorso 700 metri del quartiere Città Studi, con partenza da piazzale Gorini dietro lo striscione "Onore ai camerati caduti". Un corteo arrivato dopo tre 29 aprile di fila trascorsi tra presìdi statici più o meno rispettati (nel 2019 e nel 2021) e sanzioni ai quattro che si presentarono in pieno lockdown nel 2020 per deporre una corona di fiori. Un corteo con una serie di rigide prescrizioni da rispettare, decise dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza presieduto dal prefetto Renato Saccone: niente vessilli che richiamassero il Ventennio o la Repubblica di Salò, niente marce in stile militare e niente tamburi a dettare l’incedere dei neofascisti. In effetti in strada si vedono soltanto bandiere tricolore e fiaccole, distribuite ai militanti che chiudono su entrambi i lati file di cinque-sei persone. In testa, tra gli altri, c’è Francesco Polacchi, editore di Altaforte condannato in primo grado a un anno per il raid di Palazzo Marino nel 2017, a dettare i tempi della manifestazione. Nella pancia del serpentone nero, tra gli spezzoni che fanno riferimento alle varie anime della galassia dell’estrema destra (CasaPound, Lealta-Azione ed ex Forza Nuova), non mancano Gianluca Iannone, storico ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?