Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
10 giu 2022

I balli sono vietati, un trasloco salva la festa

Il sindaco interviene sul locale prescelto dai ragazzi: "Non ha le autorizzazioni". Gli organizzatori spostano il party di fine anno

10 giu 2022
christian sormani
Cronaca
Il sindaco. Daniela Rossi ha bloccato l’iniziativa per motivi di sicurezza
Il sindaco. Daniela Rossi ha bloccato l’iniziativa per motivi di sicurezza
Il sindaco. Daniela Rossi ha bloccato l’iniziativa per motivi di sicurezza
Il sindaco. Daniela Rossi ha bloccato l’iniziativa per motivi di sicurezza
Il sindaco. Daniela Rossi ha bloccato l’iniziativa per motivi di sicurezza
Il sindaco. Daniela Rossi ha bloccato l’iniziativa per motivi di sicurezza

di Christian Sormani

Il volantino girava già da qualche settimana: l’8 giugno festa di fine anno. Poi l’indirizzo portava a un locale aperto di recente a San Vittore Olona. Tutto bene per i ragazzi delle scuole superiori che avevano giò acquistato i biglietti per la festa. Sarebbe stata una fine di anno scolastico nel segno della normalità.

Invece nel pomeriggio dell’8 è arrivata la doccia fredda. Il sindaco di San Vittore Olona, Daniela Rossi, ha infatti vietato in via ufficiale i balli all’interno del locale. "In quel locale il ballo non è autorizzato. Mi appello a ragazzi e genitori con la massima urgenza in quanto relativa a un evento in programma questa sera a San Vittore ma che è stato pubblicizzato in modo non corretto. È indispensabile che i genitori dei ragazzi che parteciperanno alla serata siano informati che il locale non è autorizzato a intrattenimento danzante". Una vera e proria mazzata per centinaia di ragazzi.

Nel posto scelto per festeggiare la fine dell’anno scolastico non si poteva fare baldoria e men che meno ballare. Così, dopo un rapido consulto e tantissime critiche piovute addosso alla prima cittadina sanvittorese, gli organizzatori hanno boicottato il locale di San Vittore per andare al Land of Freedom a Castellanza. Nel locale si è bevuto, ballato e fatto baldoria. Ma non per tutti. Solo per chi aveva più di 16 anni. Gli altri ragazzi che avevano prenotato non hanno potuto entrare alla festa.

Il sindaco Daniela Rossi ha ricevuto diverse critiche e non solo dai ragazzi. Alcuni genitori le hanno scritto sui social: "Poteva intervenire prima e non all’ultimo giorno a poche ore dalla festa che ha rovinato a decine di ragazzi".

Da parte sua però il sindaco Daniela Rossi incalza: "Ma perché si deve sempre banalizzare fin quando non succedono tragedie irreparabili? Ci siamo già dimenticati di Corinaldo? Il comunicato informa che il locale ha alcune autorizzazioni, altre no. Vivi e lascia vivere può andar bene fin quando non si compromettono la salute e la sicurezza, poi sta al buon senso e al giudizio di ognuno".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?