Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

"Giù le mani dall’area agricola" Già 3mila firme per due petizioni

Due petizioni per dire no al passaggio di gestione del Parco Agricolo Sud Milano da Città metropolitana a Regione Lombardia. Il primo a esprimere perplessità per la decisione regionale era stato il sindaco di Cesano Simone Negri (che è anche consigliere metropolitano), sostenendo la "necessità di impedire il passaggio, una manovra che esclude di fatto i 61 sindaci della Città metropolitana. Si tratta di un blitz sezna alcuna condivisione con gli enti, agricoltori e associazioni ambientaliste. Il Parco Agricolo, con i suoi 47mila ettari, è un unicum per il territorio milanese. La riforma prospettata toglie al Parco qualsiasi autonomia facendolo diventare completamente subordinato a Regione. Una logica di accentramento non condivisibile". Del suo stesso parere Michela Palestra, vicesindaco di Città metropolitana, e il presidente del Parco Daniele Del Ben. Non li hanno convinti le rassicurazioni del centrodestra in Regione su una prospettata miglioria della gestione, con la valorizzazione dei territori e delle realtà agricole. Contrario al passaggio anche il Movimento 5 Stelle in Regione. Per dire no al passaggio di gestione sono state avviate dai cittadini e dal Movimento 5 Stelle due petizioni online che in pochi giorni hanno raccolto quasi 3mila firme. "Un momento di unione per il futuro – commenta Negri – una reazione dal basso non scontata. Un grande segnale che nasce dal territorio e ribadisce il concetto: giù le mani dal Parco Sud". Francesca Grillo

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?