Un frame del video su Fb postato dai gilet arancioni (Ansa)
Un frame del video su Fb postato dai gilet arancioni (Ansa)

Milano, 30 maggio 2020 - Raduno di circa un centinaio di persone stamattina a Milano per la manifestazione dei 'gilet arancioni', un movimento di protesta che chiede, tra l'altro, il ritorno alla "lira italica" e un "governo votato dal popolo". Un'iniziativa organizzata non solo nel capoluogo lombardo, ma in tutte le principali piazze italiane, da Roma a Napoli.

Nel corso della manifestazione la maggioranza dei partecipanti non ha rispettato le distanze di sicurezza per l'emergenza Covid e si sono verificati di fatto alcuni assembramenti anche attorno ai rappresentanti del movimento che parlavano al microfono, dopo aver steso striscioni a terra. Alcuni dei partecipanti tenevano anche le mascherine abbassate mentre urlavano cori di protesta.

Per questo, è intervenuto il sindaco Beppe Sala: "Ho chiesto al Prefetto di denunciare gli organizzatori della manifestazione. Un atto di irresponsabilità in una citta' come Milano che cosi' faticosamente sta cercando di uscire dalla difficile situazione in cui si trova". La questura, che era presente con agenti in piazza per
monitorare la situazione, ha fatto sapere che i contestatori saranno identificati e denunciati per la violazione del decreto contro la diffusione del Covid-19.