Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 mar 2022

Gelso d’Oro a “Mario il partigiano” Ultimo combattente per la libertà

Premiati quattro cittadini, fra cui il 95enne. Il sindaco: mai come in questi giorni siamo grati a lui

19 mar 2022
barbara calderola
Cronaca
Mario Manzoni, 95 anni, gloria cernuschese per eccellenza: «ultimo nostro partigiano in vita»
Mario Manzoni, 95 anni, gloria cernuschese per eccellenza: «ultimo nostro partigiano in vita»
Mario Manzoni, 95 anni, gloria cernuschese per eccellenza: «ultimo nostro partigiano in vita»
Mario Manzoni, 95 anni, gloria cernuschese per eccellenza: «ultimo nostro partigiano in vita»
Mario Manzoni, 95 anni, gloria cernuschese per eccellenza: «ultimo nostro partigiano in vita»
Mario Manzoni, 95 anni, gloria cernuschese per eccellenza: «ultimo nostro partigiano in vita»

di Barbara Calderola

Dopo due edizioni all’aperto il Gelso d’Oro torna alla Casa delle Arti. Gala degli illustri per la perla della Martesana che premia i suoi cittadini più in vista, si apre così la Fiera di San Giuseppe, al centro quattro uomini che hanno portato in alto il nome della città. Il primo è Mario Manzoni, 95 anni, gloria cernuschese per eccellenza, "ultimo nostro partigiano in vita", dice con orgoglio il sindaco Ermanno Zacchetti mentre gli porge il riconoscimento. Il tono è quello di un figlio, l’emozione, palpabile. "Mai come in questi giorni siamo grati a lui e alla sua generazione per averci lasciato in eredità democrazia e libertà". Una riflessione condivisa dall’intera platea, qui in tanti dal 24 febbraio sono impegnati ad assistere gli ucraini che abitano sul Naviglio e i profughi che arrivano ogni giorno in fuga dalle bombe russe.

Un esercito del bene che trova nell’ex combattente "una bandiera naturale", "instancabile testimone di valori più attuali che mai". Secondo premiato, Sergio Pozzi, lui e il suo archivio sugli oratori, "materiale pluridecennale, un pilastro della memoria della nostra comunità", terzo, il medico di famiglia Franco Bonini, "per l’immensa passione che ha sempre messo nella professione, interpretata come una missione con l’ascolto dei pazienti come cardine". Colpito dal Covid nella fase più cruenta dell’epidemia "appena ha potuto, con grandi sforzi, è tornato accanto ai malati con l’altruismo e l’umiltà di sempre". Infine, Fabrizio Gatti, giornalista e scrittore famoso per le sue inchieste "punto di riferimento per l’informazione durante la crisi sanitaria". "I riconoscimenti di quest’anno - sottolinea Zacchetti - attraversano un tratto lungo della storia del Paese, dalla Resistenza al nazifascismo ai nostri giorni, incrociando le vicende delle persone che ne hanno fatto parte. Aggiungiamo quattro tasselli significativi al nostro sentirci cernuschesi dai quali arrivano spunti di riflessione per attraversare questo tempo e aiutarci a prendere le decisioni giuste. Cernusco rinasce, è questo il tema della 99esima edizione della nostra Fiera appena iniziata".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?