Milano, 12 maggio 2018 - Sequestrati beni a una ladra di 54 anni, milanese di origini sinti, conosciuta come la "maga del Rolex". La donna ha una lunga lista di precedenti penali alle spalle - le prime denunce risalgono al 1978 - ed è specializzata nei furti con destrezza di orologi in gioiellerie del Quadrilatero della moda a Milano.

Gli ultimi episodi risalgono al 2016, quando la donna è stata arrestata, e la lista è molto lunga. Il 27 febbraio 2016 Maria Piera Pesce aveva portato via un orologio da 136mila euro dalla gioielleria Pisa, pieno centro, nel Quadrilatero della moda. Qualche mese prima, il 9 novembre 2015, in una gioielleria di via Fieno, aveva distratto la commessa chiedendo di vedere un anello esposto in vetrina, mentre altri preziosi erano già sul banco, e pochi minuti aveva salutato ed era uscita. In borsa aveva nascosto una scatola che conteneva 29 anelli con diamanti. Valore, quasi 60mila euro. La donna, che è una ladra super professionista, è stata accuasta anche di altri tre episodi: in via Marsala il 30 gennaio 2016 avrebbe rubato 13 preziosi per circa 30mila euro, in via Verdi il 18 febbraio 2016 avrebbe sottratto un Rolex da 20mila euro e le è stato attribuito un altro furto in gioielleria in via Ripamonti, risalente al 2009.

Già con sorveglianza speciale e agli arresti domiciliari, nei confronti della donna è stata svolta un'indagine di tipo patrimoniale al termine della quale gli agenti dell'Anticrimine - che nanno provato che con le sue entrate praticamente inesistenti non poteva certo permettersi il suo stile di vita - hanno sequestrato due ville a Brugherio (Monza Brianza) che erano attualmente in vendita per 700mila euro (con rubinetteria dorata), 50mila euro trovati sui conti e relativi alla vendita di un bar a Brugherio, terreni a Cologno Monzese e Monza e un'auto del valore di circa 30mila euro.