Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Pieve Emanuele, impalcature e caldo: furti a raffica nelle case

Ladri scatenati anche con le chiavi passepartout. Ma con la diffusione dei lavori l’estate sarà a rischio

massimiliano saggese
Cronaca
Nel Sud Milano sono migliaia le case sottoposte a ristrutturazione con il bonus 110%
Nel Sud Milano sono migliaia le case sottoposte a ristrutturazione con il bonus 110%

Cresce l’allarme furti nelle abitazioni. I topi d’appartamento con l’arrivo della bella stagione, quando in molti lasciano le finestre aperte anche di notte, stanno mettendo a segno diversi furti. E a complicare la situazione ci si mette anche il bonus 110% che vede in città, ma anche in altri Comuni, decine e decine di cantieri con ponteggi che agevolano i ladri acrobati. In ordine di allerta restano però i classici furti in casa, quelli messi a segno dai topi d’appartamento che si intrufolano spesso entrando dalla porta d’ingresso e senza forzarla.

Ladri che adoperano chiavi particolari in grado di aprire diverse serrature come è capitato al quartiere Incis dove, in pieno giorno, sono stati svaligiati alcuni appartamenti. I ladri spesso tengono d’occhio gli inquilini e quando sono certi che siano usciti, e non torneranno a casa prima di alcune ore, agiscono. Spesso agiscono poco dopo l’orario in cui i genitori escono per accompagnare a scuola i loro figli e poi vanno a lavorare. Ma non solo. A Zibido San Giacomo è stato messo a segno un furto in una villetta a due piani, mentre in casa la proprietaria dormiva al piano superiore. Una volta sentiti i rumori la donna è scesa, i ladri, due, sono fuggiti portando via pochi oggetti ma lasciando la casa sottosopra e i danni all’ingresso.

L’allarme riguarda tutti i Comuni della zona. Ma a Pieve a preoccupare maggiormente i residenti sono i ponteggi montati per i lavori del 110%. Solo in via dei Pini interessano alcune centinaia di famiglie e sono oltre mille solo sul territorio. I lavori infatti interessano le facciate dei palazzi. Per questo sono stati smantellati pannelli in plexiglass e zanzariere rendendo facilmente accessibili i terrazzi soprattutto ai ladri acrobati.

"Fino a quando i terrazzi erano chiusi i ladri erano scoraggiati a tentare furti perché prima di introdursi in casa dovevano smontare i pannelli, ora non trovano ostacoli – spiega una residente di via dei Pini –. La scorsa notte all’una è suonato l’allarme ai ponteggi e abbiamo visto tre individui allontanarsi frettolosamente passando per gli scantinati. Il timore maggiore è per questa estate, quando molti andranno via per le vacanze e il rischio di furti salirà".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?