Roberto Formigoni in tribunale
Roberto Formigoni in tribunale

Milano, 11 aprile 2018 - Passa da Milano a Cremona per competenza territoriale il procedimento con al centro le accuse di corruzione e turbativa d'asta sul cosiddetto caso Guarischi che vede indagato l'ex governatore lombardo ed ex senatore Roberto Formigoni.

Lo ha deciso il Tribunale milanese accogliendo la richiesta della difesa dell'ex presidente della Regione, rappresentata dai legali Mario Brusa e Luigi Stortoni. Trasferite a Cremona anche le posizioni dell'ex sottosegretario alla Presidenza della Regione, Paolo Alli, difeso da Fabrizio Gobbi e accusato di tentato abuso d'ufficio e dell'ex dg della sanità lombarda Carlo Lucchina, difeso da Salvatore Stivala e accusato di turbativa d'asta e abuso d'ufficio. Secondo le indagini, Formigoni avrebbe ottenuto dall'ex consigliere regionale lombardo Massimo Gianluca Guarischi utilità per 447mila euro per assicurare un "trattamento preferenziale" alla Hermex Italia dell'imprenditore Giuseppe Lo Presti nelle gare per la fornitura "dell'apparecchiatura diagnostica acceleratore lineare 'ero" in alcuni ospedali, in particolare per quello di Cremona.