Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

Festa del Perdono, Corbetta celebra il 467esimo anniversario

Oggi per Corbetta non è solo Pasqua, ma anche l’anniversario del miracolo che ogni anno viene ricordato nella tradizionale Festa del Perdono. La festa, che cade il giovedì dopo Pasqua - quindi quest’anno il 21 di aprile - celebra il miracolo che avvenne davanti al santuario della Beata Vergine dei miracoli (appunto) di Corbetta il 17 aprile 1555. Il miracolo si trova "spiegato" nell’affresco all’interno del santuario, nei quali del resto all’epoca i pittori fissavano le storie della Bibbia perché anche i contadini e gli analfabeti potessero capirle e impararle senza leggerle: tre ragazzi, tra cui uno sordomuto dalla nascita, giocavano nella piazzetta della chiesa di San Nicola quando il bambino Gesù uscì da un dipinto per unirsi a loro nel gioco. Il primo ad accorgersene è il ragazzo sordomuto che, nell’annunciare l’arrivo di Gesù, ritrova l’udito e la parola.

Anche la Madonna uscì dal dipinto per riprendersi il bambino, mentre i ragazzi correndo cercarono i concittadini corbettesi per raccontare il miracolo: non solo Gesù era sceso in mezzo a loro, ma il ragazzo sordomuto, Giovanni Angelo Della Torre, aveva anche iniziato a parlare. Da allora i miracoli riconosciuti come tale dalla Chiesa furono molti e Corbetta li celebra tutti gli anni con la Festa del Perdono. Per la 460esima edizione attese in città le bancarelle, il 21 e 24 aprile dalle 8, e il Luna park nella piazza delle Giostre da ieri fino al 25 aprile. Spettacolo pirotecnico sabato 23 alle 22.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?