Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
16 mag 2022
16 mag 2022

Fedez: "Aiuto, c'è un piccione incastrato sul balcone". Enpa arriva e salva il colombaccio

La segnalazione all'ente ha permesso ai volontari di mettere in salvo il volatile, che era bloccato tra una ringhiera e una parte del terrazzo

16 mag 2022
featured image
Chiara Ferragni e Fedez
featured image
Chiara Ferragni e Fedez

Milano, 16 maggio 2022 - ''C'è un piccione incastrato nel mio terrazzo e non so cosa fare''. La segnalazione è una delle numerosissime che arrivano ogni giorno all'Enpa (ente nazionale protezione animali). Una volta sul posto, però, i volontari di Milano hanno scoperto che a cercare aiuto è stato Fedez. Sui social, nel frattempo, il tam-tam su cosa fare in questi casi. Il colombaccio, infatti, era rimasto incastrato tra una ringhiera e una parte del balcone e, probabilmente a causa anche delle sue dimensioni, non era riuscito più ad aprire le ali e liberarsi. 

Una volta sul posto Malena, volontaria dell'Enpa di Milano, è riuscita a raggiungere il colombaccio e metterlo in sicurezza. L'uccello è stato poi portato nella clinica veterinaria Enpa di Milano dove è stato visitato da un veterinario e dove è rimasto fino a stamattina per poi essere trasferito al Cras di Vanzago. Sta bene e si riprenderà. Il colombaccio potrebbe essere finito in quel punto del terrazzo spinto da un tentativo di fuga da un predatore.

In questo periodo di grande caldo sono tanti anche i casi di uccelli che cercano riparo dal sole bollente.  ''In primavera e in estate - spiega Enpa - riceviamo moltissime segnalazioni. Attenzione, però, non sempre un animale che ci appare in difficoltà lo è realmente. Intervenire in questi casi può far più male che bene''. Come nel caso dei piccoli di capriolo, ''parcheggiati'' dalle madri nell'erba alta, al sicuro dai predatori. Pensando a cuccioli abbandonati, molti li toccano o li spostano, ma in questo modo li condannano a una vita da orfani''. 

In casi simili a questo, gli esperti consigliano, prima di fare qualsiasi cosa, di chiamare sempre e comunque i carabinieri forestali al 1515, i corpi forestali regionali (quando presenti, soprattutto nelle regioni a statuto speciale), la polizia provinciale al 112, se operativa in quel territorio, il centro recupero fauna piu' vicino.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?