Milano, 16 gennaio 2017 - A breve in Lombardia si potrà pagare la fecondazione assistita eterologa tramite un ticket. Ad annunciarlo è stato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera. Il provvedimento verrà preso entro qualche settimana, dopo che il Governo ha inserito l’eterologa nei Livelli essenziali di assistenza (Lea).
"Inizieremo gradualmente ad attuare tutti gli adeguamenti previsti dai nuovi Lea man mano che verranno integrate le risorse”, ha detto Gallera. E "nelle prossime settimane" verrà approvata la delibera sul pagamento del ticket per la fecondazione assistita eterologa. L'assessore ha rimarcato che "tutte le Regioni salutano in maniera positiva l'aggiornamento dei nuovi Lea che vanno incontro a reali bisogni dei cittadini però, come abbiamo sottolineato in sede di Conferenza Stato-Regioni, è necessario che ci vengano forniti gli stanziamenti aggiuntivi necessari per la loro copertura, altrimenti saremmo costretti a ridurre l'impegno su altro e questo non possiamo farlo".

Per la Regione l’apertura sull’eterologa è una vera e propria svolta. Finora, infatti, Palazzo Lombardia si era opposto al documento approvato dalla Conferenza delle Regioni e aveva confermato la scelta di far pagare l'intervento per intero con un costo per gli utenti che oscillava tra i 1.500 e i 4mila euro. Con l’introduzione del ticket, invece, la prestazione dovrebbe costare sui 500 euro.