Fabrizio Corona (Olycom)
Fabrizio Corona (Olycom)

Milano, 16 novembre 2016 - Il giorno dopo il sequestro di 843 mila euro in Austria, eseguito dalla Gdf, a carico di Fabrizio Corona, il suo legale, l'avvocato Ivano Chiesa, precisa che «si tratta sempre delle stesse somme di cui Fabrizio aveva già parlato nell'interrogatorio di un mese fa» e che la Procura di Milano ha potuto 'congelare' con una rogatoria «anche grazie alla collaborazione fornita dallo stesso Corona e da Francesca Persi», la collaboratrice dell'ex agente fotografico, anche lei arrestata lo scorso 10 ottobre. «Non si tratta di nuove somme - ha ribadito Chiesa - di altri denari, ma sempre delle stesse somme di cui Corona ha parlato già un mese fa nell'interrogatorio davanti al gip. Niente di nuovo, quindi». Il legale ha anche sottolineato la «collaborazione» fornita dall'ex 're dei paparazzi' e da Persi nell'ambito della rogatoria avviata dalla Procura.