Quotidiano Nazionale logo
29 gen 2022

Ex Torriani, l’amianto è finalmente smaltito

Raggiunto l’agognato obiettivo è stata avviata la demolizione di tutti i fabbricati della legatoria chiusa nel 2005

laura lana
Cronaca
Completata la bonifica dall’Eternit chiesta a gran voce dai residenti
Completata la bonifica dall’Eternit chiesta a gran voce dai residenti
Completata la bonifica dall’Eternit chiesta a gran voce dai residenti

di Laura Lana Ci sono voluti anni di battaglie di residenti e comitati, di aste fallimentari, prescrizioni e segnalazioni all’Ats, ma finalmente l’amianto è stato rimosso dall’ex Torriani. L’area tra corso Roma e via Quattro Strade, dove fino al 2005 era produttiva l’omonima legatoria, ha visto terminare la prima fase della riqualificazione dopo l’acquisto da parte della società Officine Mak, controllata interamente dal Gruppo Consonni che si era aggiudicato all’asta l’intero comprensorio dismesso. Nei giorni scorsi si è infatti conclusa la bonifica, con l’asporto e il conferimento del materiale killer nelle apposite discariche, mentre ora è stata avviata la fase delle demolizioni di tutti i fabbricati dell’ex legatoria. "Questi lavori avranno termine entro la fine di aprile – ha spiegato l’amministratore delegato di Officine Mak Daniele Consonni –. È iniziata dunque la fase operativa, secondo i tempi previsti, dopo quella appena conclusa di rimozione di tutto l’amianto presente nel sito con conseguente bonifica dell’area che ci consente di operare in totale sicurezza". Il risanamento era stato cominciato a ottobre, in ritardo rispetto al cronoprogramma della proprietà a causa della pandemia. Un rallentamento che, a cascata, ha avuto conseguenze anche sulla presentazione in municipio del progetto globale di riqualificazione dell’area dismessa di 58.550 metri quadri in pieno centro. Dopo 16 anni di attesa, il comprensorio ha finalmente un operatore, il Gruppo Consonni, che l’ha acquistato all’asta per 5,6 milioni di euro. Lì si alternano, ora, dai venti ai trenta operai per le lavorazioni, che dovranno dare il via al restyling vero e proprio che prevede torri residenziali, posteggi, un giardino pubblico e altri servizi. "Presenteremo presto il masterplan completo del progetto all’amministrazione e alla cittadinanza ed entreremo così nella fase di costruzione", ha assicurato l’amministratore delegato. Il rendering era atteso per la fine dell’anno scorso, ma il sindaco Angelo Rocchi si dice fiducioso. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?