Quotidiano Nazionale logo
25 apr 2022

Ex scuola nel degrado, via all’avviso pubblico

La Giunta punta ad assegnare l’immobile di via Fratelli Zoia: "Sì ad attività sociali e sportive per fermare le occupazioni abusive"

Un sopralluogo del Comune nella ex scuola primaria “Luciano Manara’’ in via Fratelli Zoia, nel quartiere di Quarto Cagnino
Un sopralluogo del Comune nella ex scuola primaria “Luciano Manara’’ in via Fratelli Zoia, nel quartiere di Quarto Cagnino
Un sopralluogo del Comune nella ex scuola primaria “Luciano Manara’’ in via Fratelli Zoia, nel quartiere di Quarto Cagnino

È stata una scuola elementare dagli anni Trenta fino al 2012. Attualmente, invece, "si trova in stato di abbandono e degrado ed è oggetto di ripetute occupazioni abusive, nonostante i numerosi interventi dell’amministrazione comunale volti ad impedirle". Parole contenute in una determina di Palazzo Marino relativa al futuro dell’ex scuola primaria “Luciano Manara’’ in via Fratelli Zoia 10, a Quarto Cagnino, periferia ovest.

Nello stesso atto si legge che "è intenzione del Comune di promuovere il riutilizzo ed il recupero dell’immobile attraverso la sua assegnazione a terzi" e che l’amministrazione "avvia un’indagine esplorativa finalizzata all’acquisizione di manifestazioni di interesse che valorizzino e riqualifichino l’immobile, contenenti soluzioni tecnicogestionali adeguate, tramite la pubblicazione di avviso pubblico, che contiene le seguenti indicazioni. Le destinazioni d’uso prevalenti per assegnare l’ex scuola dovrebbero essere "attività didattiche, socio-culturali, ricreative e sportive", le destinazioni d’uso complementare, invece, sono "attività di ristorazione, direzionali e commerciali accessorie".

L’immobile di via Fratelli Zoia 10, ubicato nel Municipio 7, è un fabbricato isolato costituito da un corpo centrale e due ali laterali, disposto su due piani (piano terra e primo piano) e contornato da un giardino al cui interno si trova un piccolo padiglione che ospita una palestra, dal giardino si accede ad un’ampia area verde adibita a campo sportivo. Più nel dettaglio, al piano terra sono costituiti da un atrio e due ali laterali, complessivamente distribuite su dieci aule, alcune piccole stanze, i bagni e i corridoi antistanti (1.365 metri quadrati) e padiglione esterno adibito a palestra (210 mq). Al primo piano, a cui si accede da uno scalone doppio, si trovano 14 aule, 4 stanze uso ufficio, i bagni ed i corridoi antistanti (1.310 mq).

Insomma, 2.885 mq totali che si prestano per vari tipi di attività. L’avviso pubblico lanciato dal Comune, senza una precisa data di scadenza, potrebbe attirare vari tipi di offerte e di progetti. L’obiettivo di Palazzo Marino è riempire di attività l’ex scuola di via Fratelli Zoia per impedire che l’immobile continui a essere oggetto di degrado e di occupazioni abusive. Nell’ex scuola può nascere un nuovo centro importante per il quartiere. Il Comune ci spera.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?