Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 mag 2022

Estorsione a commercialista Due in manette

Il professionista minacciato nel suo studio. Prima l’arresto e poi il rilascio. Ora l’ordine di carcerazione

19 mag 2022

La Polizia aveva bloccato nei giorni scorsi un uomo mentre riceveva soldi da un commercialista che sarebbe stato costretto con la minaccia, nel suo studio, a uscire e prelevare dei contanti. Adesso, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, l’indagine si è consolidata in due ordinanze di custodia cautelare che hanno raggiunto sia il fermato di allora sia un complice con il quale avrebbe agito. Le misure sono state emesse nei confronti di due uomini di 43 e 38 anni (il primo dei due quello bloccato in flagranza) ritenuti "gravemente indiziati dei reati di concorso in rapina aggravata, estorsione aggravata e, solo il secondo, anche di indebito utilizzo di strumenti di pagamento". I due, nei primi giorni di aprile, secondo la Polizia, si sarebbero introdotti nello studio di un commercialista di 37 anni, in zona Corvetto, pretendendo la somma di 107mila euro, come debito da saldare nei confronti di un loro conoscente, suo cliente.

I due uomini avrebbero più volte minacciato il 37enne, derubandolo di un orologio, di 500 euro in contanti e costringendolo a consegnare le carte di credito con il relativo pin. Usciti dallo studio con la vittima, gli indagati - avrebbero prelevato da diversi bancomat, tra corso Lodi e Porta Genova, più di mille euro e, in seguito, avrebbero obbligato il 37enne a effettuare vari bonifici dandosi appuntamento il giorno successivo.

Il commercialista però aveva subito denunciato tutto in Questura e all’appuntamento per la consegna dei soldi il 43enne è stato bloccato in flagranza di reato. L’autorità giudiziaria ha però ritenuto che non vi fossero gli estremi per la carcerazione, e lo ha rimesso in libertà. Dopo la conclusione delle indagini invece, il gip ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti sia del 43enne, eseguita in provincia di Avellino, sia del presunto complice 38enne, rintracciato a Napoli.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?