Elda Lanza (Foto Facebook)
Elda Lanza (Foto Facebook)

Milano, 10 novembre 2019 - La scrittrice e giornalista milanese Elda Lanza, conosciuta al grande pubblico come prima presentatrice della Rai e poi come "nuova signora del giallo italiano" grazie al successo di 'Niente lacrime per la signorina Olga' , 'Il matto affogato', 'Il venditore di cappelli' ed altri titoli ancora pubblicati dalla casa editrice Salani, è morta questa mattina a Castelnuovo Scrivia, dove ormai risiedeva da anni, dopo aver  vissuto a lungo nel capoluogo lombardo.  Ad annunciare la morte lo scrittore e giornalista Mariano Sabatini. "Dopo una brevissima malattia, la prima presentatrice della tv (il termine fu coniato per lei), giornalista e scrittrice, si è spenta con accanto il figlio Max e il marito Vitaliano Damioli a Castelnuovo Scrivia, dove ormai risiedeva". Aveva 95 anni, essendo nata il 5 ottobre 1924.

Elda Lanza, attiva nel movimento femminista, dopo gli studi alla Cattolica di Milano e alla Sorbona di Parigi (dove fu allieva, tra gli altri, di Jean Paul Sartre), nel 1952 viene contattata dai dirigenti dalla neonata televisione pubblica italiana di cui, dopo svariati provini, diventa la prima presentatrice, lavorando nei primi programmi sperimentali, tipo Vetrine, rubrica di moda e altro. Dopo un periodi di assenza dagli schermi, perché impegnata come testimonial per la pubblicità, tornò a condurre la trasmissione di consigli librari per ragazzi Avventure in libreria.  Esperta di galateo (suo il best seller 'Signori si diventa' per Mondadori), nonché docente di storia del costume, tiene corsi sulla materia.

Nel 2012 è tornata in tv, su La7, per alcune brevi lezioni di stile ai Menù di Benedetta. Da allora partecipa regolarmente come ospite nei talk show di network nazionali e regionali.  Nell'ottobre 2012 debutta come giallista con il romanzo 'Niente lacrime per la signorina Olga' che Lanza porta a Salani su suggerimento di Mariano Sabatini. Nel giro di poche settimane l'editore è costretto a ristampare il titolo andato esaurito, conquistandosi anche l'apprezzamento di Umberto Eco che agli esordi aveva lavorato con Elda alla Rai. Attualmente l'autrice lavora ad altre avventure con protagonista l'avvocato napoletano Max Gilardi. E nel 2017-2018 è tra i tutor di Detto fatto con Caterina Balivo su Rai 2, come esperta di galateo e storia del costume. Nel 2013 le viene attribuita la targa di merito Città di Giulianova nell'ambito del festival della Letteratura. Nel dicembre 2013 il presidente Giorgio Napolitano la nomina commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.