Due appuntamenti con l’esperto su "Covid 19 e medicina di genere". E’ quello che propone l’Asst Rhodense nell’ambito dell’(H)Open Week che si svolge da oggi al 18 luglio. Da qualche mese per garantire cure sempre più personalizzate per ogni paziente l’azienda ospedaliera ha aperto il primo centro di Medicina di Genere, voluto dal direttore Generale, Ida Ramponi e presieduto da Franca Di Nuovo. L’obiettivo dell’(H)Open Week di quest’anno è proprio quello di promuovere i servizi per la prevenzione e la cura delle principali malattie femminili anche attraverso una corretta informazione.

"Il Covid-19 ha allungato le liste d’attesa negli ospedali, mentre alcuni esami e visite rischiano tuttora di saltare - spiega Francesca Merzagora, Presidente di Fondazione Onda - in attesa di provvedimenti mirati, un terzo delle strutture del circuito Bollini Rosa ha deciso di aderire a quest’iniziativa. E’ sicuramente un segnale positivo di attenzione verso i cittadini e di voglia di ricominciare più forti di prima". La direttrice dell’anatomia patologica dell’Asst Rhodense, Di Nuovo, risponderà alle domande di chiarimenti in materia di Covid e medicina di genere, per meglio comprendere come questa pandemia abbia colpito differente uomini e donne. Chi fosse interessato può contattarla al numero 02 994302631, martedì 14 e giovedì 16 luglio dalle ore 11 alle 13. Ro.Ramp.