Quotidiano Nazionale logo
22 mar 2022

Due immobili tolti alla criminalità

In occasione della giornata della legalità due immobili confiscati alla criminalità organizzata sono tornati nel patrimonio dei beni della collettività. Saranno destinati a finalità sociali. Lo ha deciso l’amministrazione che ha chiesto e ottenuto dall’Anbsc (Agenzia nazionale dei beni per i beni sequestrati e confiscati) la gestione di due immobili, un tempo patrimonio di famiglie in odore di mafia. "Stiamo perfezionando la destinazione di questi beni - ha precisato il sindaco Barbara Barbieri (nella foto) -: la volontà è quella di dar loro una nuova vita al servizio dei più bisognosi. Perché solo una comunità e un territorio liberi dalle mafie possono crescere in uno spirito civile". Nello specifico, si tratta di un capannone nella zona industriale di via Trebbia, un tempo utilizzato come night clandestino e di una villetta a più piani nel centro abitato. Dal suo insediamento, ad ottobre 2021, l’amministrazione ha compiuto diversi passi lungo la via della diffusione della cultura della legalità. Insieme a Città Metropolitana, a "Libera", al Comune di Milano, alla Prefettura e all’Anbsc, ha sottoscritto, per il prossimo quinquennio, l’adesione all’Accordo Interistituzionale per la Legalità. Massimiliano Saggese

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?