Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
13 giu 2022

Dresano e Pregnana primi in affluenza Pieve Emanuele, è fuga dalle urne

Affluenze in chiaroscuro nell’hinterland per le amministrative, alle 19 si andava dal minimo del 30% al 40%. Referendum in media al 15% di aventi diritto. Percentuale doppia nei centri dove si sceglieva il sindaco

13 giu 2022
laura lana
Cronaca

di Laura Lana

È Pregnana Milanese una delle città dell’hinterland milanese dove si è votato di più: alle 19 il 43,27% degli elettori aveva espresso la sua preferenza per scegliere il nuovo sindaco e si è arrivati alle 23 al 57,5% (5 anni, quando si votò su due giorni, fa l’affluenza complessiva fu del 60,79%). Tre punti percentuali in meno del 2017,alle 19, ma ben sopra la media regionale e provinciale del 36,79%. Qui si sfidano il sindaco uscente Angelo Bosani e Maria Grazia Pizzigoni. L’altra città che alle 19 ha sfondato il muro del 40% è Bussero con il 40,92%: nel 2017 l’affluenza al primo turno fu del 53,53%. Nel resto della Martesana l’affluenza si conferma medio-bassa e in diminuzione rispetto alle Amministrative precedenti.

Secondo copione e senza intoppi particolari, lo zoom è su cinque grandi sfide: oltre a Bussero, Melzo (38,76% salito alle 23 al 50,93% - nel 2017 era il 55,63), Cernusco sul Naviglio (53,59% alle 23, contro il 57,9 di 5 anni fa) e Vimodrone (32,60%), dove cercano la riconferma i sindaci uscenti Antonio Fusé, Ermanno Zaccetti e Dario Veneroni, oltre alla competizione di Grezzago (31,53% alle 19), quest’ultimo Comune reduce da una spinosa stagione politica e da un breve commissariamento. Va meglio a Buccinasco dove alle 19 aveva messo il segno alla scheda il 39.68% degli aventi diritto, a Binasco con il 38,17% e a Noviglio che si ferma al 37,33%. Si ricrolla a Senago con il 33,03%: qui è la giovane esponente della Lega Magda Beretta a cercare il bis, dopo aver portato il centrodestra a vincere al secondo turno col 63,37%. Anche Garbagnate Milanese vede alle urne solo il 33,51% elettori: qui si sfidano il sindaco uscente Davide Barletta, che aveva vinto al secondo turno col 54,80%, Vincenzo Sole e Giuseppe Macri. A Melegnano si registra il 39,81% di aventi diritto alle 19, mentre a San Donato Milanese il 35,89%. Ad avere la maglia nera, per corsa alle urne, è Pieve Emanuele dove alle 19 soltanto il 30,24% dei cittadini aveva partecipato alla scelta del prossimo sindaco. A Dresano affluenza in crescita si passa dal 58% di 5 anni fa al 59%. Un piccolo record.

Se le percentuali per il referendum riescono a superare il 30% nelle città in cui si è votato anche per le Amministrative, negli altri Comuni si stenta a oltrepassare la media provinciale del 15% e, anzi, il dato si attesta spesso in una forbice che va dal 12 al 14%. In questo caso, per quanto riguarda l’hinterland, anche per i quesiti sulla giustizia conferma la palma d’oro sempre Pregnana Milanese con il 36,35%.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?