L'elicottero del soccorso alpino valdostano
L'elicottero del soccorso alpino valdostano

Aosta - Disavventura a lieto fine per cinque giovani - quattro milanesi e un francese - che risultavano dispersi in Valpelline, in Valle d'Aosta. L'allarme era scattato nel pomeriggio: i parenti si erano allarmati quando non li hanno visti tornare a casa e nessuno rispondeva al telefono. La zona di ricerca era quella intorno al bivacco Regondi, sopra Ollomont a una quota 2.600 metri, dove da oggi pomeriggio c'è una forte bufera di neve. Sul posto erano giunti medico e guide del Soccorso alpino valdostano, in partenza anche alcuni finanzieri del Soccorso alpino delle Fiamme gialle. L'elicottero non ha potuto salire in alta quota per la scarsa visibilità e i soccorritori stanno salendo a piedi.

Ma per fortuna i cinque si erano messi già in salvo. Uno, di nazionalità francese, è stato trovato nel bivacco Regondi, dove si era rifugiato per sfuggire alla bufera di neve. Gli altri, invece, erano già scesi a valle ieri e rientrati a casa con un'altra auto. Le ricerche, condotte dal Soccorso alpino valdostano e dalla guardia di finanza, hanno coinvolto una ventina di persone. 

Il gruppo era partito ieri. sabato 15 maggio, da Milano. I cinque ragazzi erano diretti al lago di Clusaz, partendo da località Glacier (Ollomont), dove è stata trovata la loro auto, come dice AostaSera.