Il capannone adibito a discarica abusiva a Cassano d'Adda
Il capannone adibito a discarica abusiva a Cassano d'Adda

Cassano d'Adda (Milano), 3 dicembre 2018 - La polizia giudiziaria della Procura di Milano, coordinata dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dal pm Francesco De Tommasi, ha sequestrato una maxi area utilizzata come discarica abusiva a Cassano D'Adda, comune dell'hinterland milanese. Da quanto si è saputo, tra l'altro, su parte del terreno sequestrato in via Treviglio, dove sono stati interrati nel tempo rifiuti pericolosi, ci sono anche delle arnie che ospitano colonie di api per la produzione di miele. A questo proposito nei prossimi giorni verranno effettuati dei controlli presso un'azienda specializzata nella produzione di miele per capire se i prodotti sono stati in qualche modo contaminati. Questo perchè gli inquirenti sostengono che la proprietà dell'area sequestrata è riconducibile a quella dell'azienda produttrice di miele.

Il sequestro ha riguardato un capannone di circa 7 mila metri quadri e dei terreni. L'indagine è nata a seguito a "informazioni confidenziali". Tra i rifiuti sotterrati o nascosti nel capannone molti prodotti di elettrodomestica, come vecchi frigoriferi e non solo. La Procura di Milano, che ha utilizzato anche dei droni per le indagini, al momento ha aperto un fascicolo per gestione illecita dei rifiuti e discarica non autorizzata.