Diego Pavan aveva 46 anni abitava a Pogliano Milanese e gestiva un bar con la compagna
Diego Pavan aveva 46 anni abitava a Pogliano Milanese e gestiva un bar con la compagna

Brugherio (Monza e Brianza) - Per tutti era «Diegone» o "il gigante buono", per la sua corporatura robusta e il grande cuore, Diego Pavan, 46 anni di Pogliano Milanese ha perso la vita giovedì sera in seguito ad un incidente stradale a Brugherio. E’ successo pochi minuti prima delle ventuno all’imbocco della tangenziale est sulla strada che da Brugherio porta a Cernusco sul Naviglio. Il 46enne era in sella al suo scooter quando è stato travolto da una Renault Kadjar. Un impatto violentissimo, Diego è stato scaraventato a terra, ha fatto un volo di alcuni metri sull’asfalto. Sono scattati immediatamente i soccorsi.
Quando sul posto è arrivata l’ambulanza e l’automedica inviate della centrale del 118 il poglianese era incosciente, aveva gravissimi traumi su diverse parti del corpo. Dopo le prime cure mediche sul posto è stato trasportato in codice rosso al San Gera rdo di Monza. Ma la corsa a sirene spiegate è stata inutile. Qui è arrivato in arresto cardiocircolatorio ed è deceduto poco dopo nonostante i tentativi di rianimazione. Sul posto, in via Quarto, anche carabinieri della Compagnia di Monza che hanno fatto i rilievi del caso per ricostruire la dinamica dell’incidente.

Secondo quanto accertato finora l’auto arrivava da Cernusco sul Naviglio e stava girando a sinistra per entrare in tangenziale quando si sarebbe scontrata con lo scooter guidato da Diego che arrivava dalla direzione opposta. I due mezzi sono stati sequestrati. L’automobilista che non ha riportato ferire, ma era sotto choc, è stato è stato ascoltato dai militari, sottoposto all’alcol test non è risultato in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di altre sostanze. Nei suoi confronti potrebbe aprirsi un’inchiesta per omicidio stradale. La vittima era molto conosciuta Pogliano Milanese dove era nato e cresciuto. Da alcuni anni gestiva un bar in Moscova insieme alla sua compagna.

La notizia della sua morte ha suscitato incredulità, tantissimi i messaggi sui social degli amici. Molti hanno condiviso foto di momenti felici trascorsi con il 46enne. «Caro Diego potrei raccontare tante cose di te ma la cosa che ti distingueva in assoluto era la tua follia e la tua bontà d’animo, mancherai tantissimo a questa terra mancherai tantissimo ai tuoi amici di mille avventure, chi poteva immaginare una fine del genere così improvvisa". Ed ancora, "eri una persona magnifica. Chi ti ha conosciuto sa quanto era grande il tuo cuore".