La struttura in zona corso Como introdurrà i controlli dal primo settembre
La struttura in zona corso Como introdurrà i controlli dal primo settembre
di Andrea Gianni Accesso vietato ai clienti senza green pass, ad accezione dei minori di 12 anni e delle persone esentate dalla vaccinazione per particolari patologie. E uno staff composto da lavoratori "tutti vaccinati". Il Tocq Hotel di Milano, storico albergo in via Alessio di Tocqueville, zona corso Como, inaugura un giro di vite e punta a diventare una struttura...

di Andrea Gianni

Accesso vietato ai clienti senza green pass, ad accezione dei minori di 12 anni e delle persone esentate dalla vaccinazione per particolari patologie. E uno staff composto da lavoratori "tutti vaccinati". Il Tocq Hotel di Milano, storico albergo in via Alessio di Tocqueville, zona corso Como, inaugura un giro di vite e punta a diventare una struttura Covid free. Dal primo settembre accoglierà infatti solo i clienti in possesso della “carta verde“, al netto di alcune eccezioni. Si presenta come "il primo albergo in Italia ad annunciare l’introduzione di questa misura anti Covid in anticipo rispetto alla normativa vigente che, al momento, prevede dal 6 agosto l’obbligo di esibire il green pass solo in alcuni luoghi ricettivi, come bar o ristoranti, ma non per chi alloggia in albergo".

Una scelta di campo in un periodo segnato dal dibattito sull’obbligo di green pass nelle scuole o nei luoghi di lavoro, con pressing sui dipendenti esercitati da aziende attraverso iniziative come quelle di Sterilgarda o dello stilista Brunello Cucinelli. Lo spettro è una nuova ondata autunnale, che potrebbe vanificare gli sforzi per la ripartenza. "La nostra è una decisione coraggiosa che ha l’obiettivo di garantire la massima sicurezza ai nostri ospiti e al nostro staff – spiega Gianluca Patruno, general manager del Tocq Hotel – . Siamo consapevoli che, nel breve, potrebbe avere un impatto negativo sul numero delle prenotazioni ma siamo certi che solo una maggiore sicurezza possa agevolare la ripartenza dei viaggi d’affari e per turismo nel nostro Paese. La nostra speranza è che a settembre si possa tornare a contare un numero di presenze importante anche grazie ai grandi eventi milanesi come la Design Week e la Fashion Week". Nel frattempo l’obbligo vaccinale è già in vigore per i lavoratori, perché l’albergo vanta "un team di collaboratori tutti già vaccinati".